domenica 2 novembre 2014

Videodocumentazione: il consigliere direttivo Angelo Santoro e il congresso Ens del 2011.

Il video-resoconto di Angelo Santoro che rintraccia e racconta con attenzione e passione in tre atti la memoria storica sul Congresso Straordinario Ens del 2011 presso una località vicina a Roma.
Detto Congresso "insolito" è stato svolto uno dei fatti più tristi della storia dei sordi d'Italia e di tutto il mondo dei sordi.

Infatti il "congresso" é stato convocato e proseguito oltre la sentenza del giudice che ha reso l'invalido.
 
Ecco il video del 1° atto sul racconto di Angelo Santoro, membro del Consiglio Direttivo Ens.
 
 
 
Ecco il video del 2° atto sul racconto di Angelo Santoro, membro del Consiglio Direttivo Ens.

 
 
Ecco il video del 3° atto sul racconto di Angelo Santoro, membro del Consiglio Direttivo Ens.

 


Il comunicato Ens dopo la sentenza del Giudice.
"Dopo alcuni giorni di attesa, il Giudice della III Sezione Civile del Tribunale di Roma, Dott. Scerrato, ha emesso la sentenza con cui rigetta in toto le richieste del Sig. Giuseppe Petrucci, insieme ai Signori Gino Avanzo, Francesco Bassani, Dario Bompard, Sergio Cao, Nicolino Emilio Caravaggio, Ferdinando Cericola, Antonio Coppola, Camillo Galluccio, Banedikt Gasser, Brunella Grigolli, Ezio Lubrano, Franco Marino, Andrea Maiorano, Pier Alessandro Samueli, Giovanni Tafi, condannandoli al pagamento in favore dell’ENS delle spese legali.

Le motivazioni della sentenza sono quanto mai chiare e perentorie e non lasciano spazio a dubbi e/o a interpretazioni. Ecco in sintesi le conclusioni del Giudice:
1. “fra i compiti dell’Assemblea Nazionale non vi è quello di sfiduciare il Presidente Nazionale;
2. l’Assemblea Nazionale può per statuto sfiduciare il Consiglio Direttivo, ma non lo può revocare né dichiarare decaduto, atteso che quest’ultimo organo è eletto dal Congresso e non dall’Assemblea Nazionale;
3. non c’è pericolo di paralisi gestionale dell’ENS, il quale è superato dalla prorogatio dei poteri del Consiglio Direttivo fino al successivo Congresso;
4. non risulta in statuto neanche la previsione di alcun potere in capo all’Assemblea Nazionale di nominare Commissari Straordinari in sostituzione del Presidente e/o del Consiglio Direttivo, essendo infatti competenza esclusiva del Congresso quella di provvedere alla elezione del Presidente, oltre che del Consiglio Direttivo;
5. Non va dimenticato, come ulteriore elemento di verosimile INVALIDITÀ DELLA DELIBERAZIONE del 14.04.2011, che in ogni caso la stessa appare PRIVA DI MOTIVAZIONE, non essendo sufficiente il mero richiamo all’essere venuto meno il legame fiduciario;
6. il ricorso d’urgenza va rigettato per carenza del (verosimile fondatezza delle ragioni giuridiche dei ricorrenti) a sostegno della pretesa azionata, STANTE, IN BASE AD UNA SOMMARIA DELIBAZIONE, L’INESISTENZA – O QUANTOMENO LA NULLITA’ – DELLA DELIBERAZIONE DEL 14.04.2011 DELL’ASSEMBLEA NAZIONALE:ciò rende superfluo esaminare il profilo del periculum in mora (fondato motivo di ritenere che durante il tempo corrente per fare valere il proprio diritto in via ordinaria nel processo di merito, questo sia minacciato da un pregiudizio imminente e irreparabile)”.


Per queste ragioni il Giudice ha rigettato il ricorso d’urgenza; condannato in solido i ricorrenti, ad eccezione di Renato Pigliacampo che ha rinunciato al ricorso, al pagamento di € 3.700,00 di spese legali.

Ho atteso questa sentenza con grande serenità, certa della correttezza del mio operato e sicura che un Tribunale italiano non avrebbe mai potuto consentire un simile, violento, illiberale ed antidemocratico colpo di mano. Le ragioni della sentenza confermano tutto quanto avevamo sostenuto già in quella sciagurata assemblea del 14 aprile scorso.

Nonostante ciò ed affidandosi a cattivi consiglieri, l’ENS è stato costretto a vivere due mesi di grandissima sofferenza, fatta di vere e proprie aggressioni, insulti e lacerazioni interne, ma anche di pubbliche umiliazioni, anche presso le istituzioni dello Stato, che hanno compromesso seriamente importanti battaglie, come quella per il riconoscimento della LIS.


Questa sentenza, inoltre, riabilita completamente il mio Consiglio Direttivo, fatto di persone per bene che in questi mesi hanno subito ingiuste ed inqualificabili offese. F.to Presidente Nazionale Ens Ida Collu"

Foto storica: 57^ assemblea nel 2010 con il tema "Come raggiungere un traguardo? senza fretta ma senza sosta". Una delle assemblee nazionali, la primissima assemblea era nel 1981 dopo aver approvato il "primo" statuto organico in ossequio al DPR 31 marzo 1979 sulla depubblicizzazione dell'istituzione Ens.
 
PER SAPERE DI PIU'
La biografia di Angelo Santoro

___________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

 

Nessun commento:

Posta un commento