mercoledì 24 luglio 2019

Ca' Foscari all'avanguardia: apre il primo corso universitario di Lis Tattil

Circa 190mila persone in Italia soffrono di disabilità congiunta alla vista e all’udito, congenita (14%) o acquisita (86%). L'università è coinvolta in Ricerche nello sviluppo di strumenti di comunicazione innovativi e inclusivi. Ca’ Foscari Venezia è l’unica università in Italia ad aver attivato un corso specifico di lingua dei segni tattile (LISt), la variante della LIS utilizzata dalla popolazione sordocieca, nel percorso di laurea in Lingue, Civiltà e Scienze del linguaggio.

Giona, sordocieca che scala montagne e suona il piano: “Così costruisco la mia vita indipendente”

Giona studia all’università, ha vissuto per un periodo da sola, suona il pianoforte, fa arrampicata in montagna ed è membro del comitato nazionale delle persone sordocieche della Lega del Filo d’Oro. Giona è infatti anche una delle 189mila persone sordocieche che vivono oggi in Italia.

Due nuotatrici Maria Chiara e Linda, le due stelle del Centro Nuoto Macerata

Risultati straordinari ai campionati italiani per le particolari della società maceratese
Da sempre vicina e sensibile alle esigenze dei nuotatori con disabilità, l’associazione maceratese del Centro Nuoto Macerata ha preso parte ai Campionati italiani FSSI tenutisi a Pesaro ed ha saputo conquistare la bellezza di 10 medaglie.

martedì 23 luglio 2019

Gli Assistenti all'autonoma ed alla Comunicazione.

L’audizione alla Commissione Istruzione del Senato del 25 giugno scorso ha prodotto un risultato molto importante, anche se non conclusivo, in direzione della soluzione delle vicende che riguardano gli Assistenti all’Autonomia ed alla Comunicazione. La Commissione doveva dare l’indirizzo sui temi della riforma del decreto legislativo n. 66 sulla inclusione scolastica degli studenti con disabilità.

domenica 21 luglio 2019

La storia di Stefano ai Giochi Mondiali Special Olympics

Il suo sogno è diventare come Michael Jordan e per riuscirci ce la sta mettendo tutta, allenandosi sia con l’Associazione polisportiva Senna di Senna Comasco che con la Polisportiva Sole di Lissone: Stefano Mariani, 32 anni, è un campione che quest’anno, in occasione dei Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi, ha rappresentato nel migliore dei modi tutte le persone con disabilità che ogni giorno con determinazione e passione affermano la propria identità nel mondo. Stefano è nato in Brasile ed è stato adottato insieme al fratello minore quando aveva quasi 7 anni.

La storia di Salvatore e della sua famiglia.

«A 4 anni mio figlio uscì dal silenzio, ascoltò la sua voce e iniziò a vivere», La storia di Salvatore e della sua famiglia. Insieme hanno lottato contro la sordità assoluta del bambino che oggi è un 22enne diplomato al liceo artistico. Dalla loro dolorosa esperienza di vita è nato un progetto di solidarietà. Ha 22 anni, lo sguardo intenso, un sorriso timido e una grande passione per l’informatica, la fotografia e la pizza acrobatica.

Dall’esclusione all’integrazione delle persone con disabilità

Con orgoglio oggi possiamo affermare di vivere in un contesto culturale rispetto al passato nel quale le persone disabili sono riconosciute uguali a ogni uomo e a loro spettano gli stessi diritti di tutti. Devono essere rispettate e valorizzate per la loro dignità umana.