martedì 15 settembre 2020

Come nasce la lingua dei segni: il Rinascimento inventa la lingua per i sordi

Vi siete mai chiesti come nasce la lingua dei segni e soprattutto dove? Dalle prime notizie che abbiamo riguardo persone affette da sordità, sappiamo che esse erano spesso emarginate. Considerate inabili e incapaci di qualsiasi attività, gli si attribuiva non solo la sordità ma anche il mutismo, ciò l’impossibilità di parlare.

“Mio padre desiderava che io segnassi per entrare nel suo mondo”

Germana Belardinelli, per le interviste al Bomber Beach, parla del suo rapporto speciale che lo lega al padre, Lorenzo, sordo, ma anche dell’associazione CODA Italia (Children of deaf adults) di cui è socia ed in generale del modo di rapportarsi con le diversità.

giovedì 10 settembre 2020

Morto in un incidente, il ricordo di Salvatore Cusimano: "Un angelo per i bimbi audiolesi"

I tanti bambini audiolesi della città e non solo da ieri (29 maggio 2020) sono tutti un po’ più soli. Hanno perso un punto di riferimento, perchè Salvatore Cusimano, 50 anni, era anche questo, per loro e per le loro famiglie. Non era solo un dottore, ma era un amico per i suoi pazienti, piccoli e non.

Ordini al tavolo con Whatsapp, l’idea di “Senza Nome” per agevolare la comunicazione a distanza con i clienti

Usando Whatsapp per le ordinazioni, il locale gestito da persone non udenti Senza Nome​ di Bologna può gestire in totale sicurezza la sua attività in questa fase dell’epidemia, ma è anche un modo per rendere più semplice la comunicazione tra i gestori non udenti e i clienti udenti.

Sport. Non ci sono barriere od ostacoli che non si possano superare.


Lo sanno bene Daniele e Matteo, due giovani che hanno iniziato la propria vita in salita. Affetti da sordità profonda, si sono affidati a chi era convinto che la medicina e la tecnologia potessero cambiare la vita.

sabato 29 agosto 2020

Avviso pubblico per il finanziamento di progetti afferenti le politiche di inclusione delle persone sorde e con ipoacusia

Avviso pubblico per il finanziamento di progetti afferenti le politiche di inclusione delle persone sorde e con ipoacusia.
L’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio dei ministri intende promuovere l’attuazione di iniziative volte a potenziare le competenze e le infrastrutture degli attori pubblici utili a favorire il superamento delle barriere alla comunicazione e l’accessibilità delle persone sorde e con ipoacusia ai servizi pubblici erogati dagli enti territoriali.

giovedì 27 agosto 2020

Beata Maria Del Pilar Izquierdo Albero Fondatrice

Saragozza, Spagna, 27 luglio 1906 - San Sebastian, Spagna, 27 agosto 1945. 

A 23 anni entrò in coma e rimase cieca, sorda e paralizzata. 

mercoledì 26 agosto 2020

Ricordo di Nik Spatari. Uno degli artisti sordi di fama internazionale

Morto Nik Spatari, il pittore visionario amico di Picasso che trasformò la sordità in arte. Il pittore, scultore e architetto Nik Spatari è deceduto a 91 anni. Dalla Parigi degli anni Cinquanta, dove conobbe Picasso, Sartre e Cocteau, fino al ritorno in Calabria, passando per la sordità che lo attanagliò sin da bambino, Spatari è stato un esempio di artista dal respiro internazionale che non aveva mai smesso di essere innamorato delle proprie radici.

Il pianista sordo apre la ‘Limited Edition’ del Buskers Festival


Al 4° anno di collaborazione tra Ferrara Buskers Festival e Aidus (Associazione per l’Inclusione di Udenti e Sordi), il progetto Buskers Deaf resiste anche in questa ‘Limited Edition’. E per la prima volta sarà proprio un musicista a mostrare come la sordità apra altre vie di accesso alla realtà: il pianista sordo Daniele Gambini.

La performance di Daniele Gambini sarà il primo concerto di questa Limited Edition del Ferrara Buskers Festival, nel giorno di inaugurazione ufficiale: mercoledì 26 agosto, a partire dalle 19.30. Si svolgerà presso il Chiostro di San Paolo (ingresso libero fino a capienza massima di 40 posti).

mercoledì 5 agosto 2020

San Pietro Giuliano Eymard (1811-1868)

Sacerdote appartenente al clero diocesano e divenne poi membro della Società di Maria. Istituì due nuove Congregazioni, l’una maschile e l’altra femminile, i Sacerdoti e le Suore del SS.mo Sacramento per promuovere e diffondere la devozione verso il Santissimo Sacramento.

venerdì 31 luglio 2020

Sant’Ignazio di Loyola (1491-1556)

Il grande protagonista della Riforma cattolica del XVI secolo, nacque in Spagna, ad Azpeitia, un paese basco, nel 1491. Era avviato alla vita del cavaliere, la conversione avvenne durante una convalescenza, quando si trovò a leggere dei libri cristiani.  

Mentre leggeva la vita dei santi si domandò: “E se facessi anch’io quello che ha fatto San Francesco; e se imitassi l’esempio di san Domenico?” E iniziò un modo nuovo di imitare Cristo, che farà scuola per altri ordini e congregazioni religiose, movimenti di apostolato e di spiritualità.

Il Perdono di Assisi: la "porta aperta" alla grazia anche in tempo di pandemia

Come San Francesco chiese ed ottenne l'indulgenza del perdono.
Una notte dell’anno del Signore 1216, Francesco era immerso nella preghiera e nella contemplazione nella chiesetta della Porziuncola, quando improvvisamente dilagò nella chiesina una vivissima luce e Francesco vide sopra l’altare il Cristo rivestito di luce e alla sua destra la sua Madre Santissima, circondati da una moltitudine di Angeli. Francesco adorò in silenzio con la faccia a terra il suo Signore! 

venerdì 22 maggio 2020

Stabilizzare gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione

Il primo maggio è la festa del lavoro e dei lavoratori, proprio in questo momento storico, non possiamo non ricordare una delle categorie di lavoratori precari più importante per il processo di inclusione, per il diritto allo studio e all’istruzione degli alunni con disabilità: GLI ASSISTENTI ALL’AUTONOMIA E COMUNICAZIONE A VOLTE ERRONEAMENTE DENOMINATI IN ALCUNE ZONE DEL NOSTRO PAESE, ANCHE COME EDUCATORI.

sabato 16 maggio 2020

Essere CODA: farsi ponte tra due realtà, le interviste importanti. Coda (Children of deaf adults) è un acronimo internazionale nato negli Stati Uniti nel 1983 e scelto per indicare i figli udenti di genitori sordi

Essere CODA: intervista ad Antonietta Bertone, prima di tre figli, è nata a Salerno da genitori sordi. Mamma Rosetta ricamatrice e parrucchiera mentre papà Vincenzo sempre in prima linea per la tutela e la promozione dei sordi in ambito educativo, lavorativo, sociale e sportivo. Antonietta inizia a lavorare come interprete LIS nel 1983.

mercoledì 6 maggio 2020

FishEyeLIS: l'accessibilità passa dalla radio. La disabilità è negli occhi di chi guarda.

Mariarosaria Scarfogliero è nata a Napoli ma risiede a Torre del Greco (NA). Si è laureata in "Archeologia e storia delle arti" per poi trasferirsi a Bologna per lavoro. Lì ha frequentato i corsi di Lingua dei Segni Italiana e quello di Interprete LIS che oggi le consente di lavorare come libera professionista in questo settore. Questo è stato solo un punto di partenza poiché nel tempo ha approfondito gli studi nell'ambito della disabilità.

martedì 21 aprile 2020

Federica Miralli, 40enne sorda di Viterbo: “I sordi possono fare tutto tranne che sentire”

“I sordi possono fare tutto tranne sentire”. Per la rubrica SuperAbile al tempo del Covid-19 intervista a Federica Miralli, 40 enne, originaria di Viterbo, vice Presidente dell’associazione “Perché io Segno”, diventata sorda all’età di un anno a causa di un vaccino.

domenica 19 aprile 2020

Suor Elena Di Serafino (1933-2009). Ricordo.

"Mentre in Turchia eravamo in viaggio sull’altopiano dell’Anatolia , verso Konia e la Cappadocia , Padre Vincenzo (che era con noi sul pullman) ci comunicava che la nostra amata Sr.Elena Di Serafino (organizzatrice del nostro bel viaggio) era volata in cielo, eravamo addolorati e tristi. Non ci credevamo che fosse andata via, perché prima del nostro viaggio è venuta a salutarci e ci ha detto: “Fate buon viaggio, prego per voi”.

martedì 14 aprile 2020

Giannina Barbareschi. Prima dipendente sorda dell'Ente Nazionale Sordi sotto la Presidenza Giovanni De Carlis

Una vita dedicata ai Sordomuti e all’Ente Nazionale Sordomuti. Il 7 febbraio 1994 Giannina Barbareschi, dopo una lunga e sofferta malattia, protrattasi per due lunghi anni, ha cessato di vivere proprio nel giorno del suo compleanno. Per me e per noi tutti sordi si è trattato di un grande dolore che ci ha colpiti, privandoci di una dama valida e pietosa che ha sempre lavorato per l’ENS. Ex allieva delle Suore Canossiane in Via Settembrini (Pio Istituto Sordi di Milano). 

sabato 11 aprile 2020

Coronavirus, chi è Chiara Sipione. Traduce Zaia con la lingua dei segni

Mimica, espressioni, gesti. Il web scopre la donna che dal 25 marzo affianca il governatore nelle dirette sull’emergenza sanitaria. In queste settimane segnate dal coronavirus, le dirette Facebook di Luca Zaia dalla sede della Protezione civile di Marghera hanno ascolti da telegiornali.

mercoledì 8 aprile 2020

Andrea De Santis e Coronavirus

“E’ dura la vita del sordo ai tempi del Covid-19”. Andrea De Santis, 38enne, originario di Bassano Romano, sordo dall’età di 3 anni, racconta all’associazione SuperAbile Viterbo l’esperienza della sua famiglia in questa fase emergenziale.

martedì 7 aprile 2020

Roma, l’istituto ‘Magarotto’ non lascia solo nessuno

La dirigente: "Andiamo avanti con lezioni individuali"
Se la chiusura delle scuole sta mettendo alla prova docenti e studenti di tutta Italia alle prese con lezioni in streaming e compiti online, la difficoltà è ancora maggiore per gli istituti come il ‘Magarotto’, che tra i suoi 500 studenti ospita anche 180 ragazzi sordi.

Coronavirus, mascherine per persone sorde: la solidarietà dei genitori di Giorgio, 15enne morto di tumore a Taranto

In questo periodo - aspiegano Carla e Angelo di Ponzio - abbiamo deciso di impiegare le risorse raccolte per la costituzione della fondazione dedicata alla ricerca oncologico pediatrica per dare un contributo durante l'emergenza coronavirus"

Didattica a distanza, FIRST: necessario convocare GLHO per valutare modalità migliore

Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela – Incontro con la Ministra Lucia Azzolina. La FIRST, comunica che in data 30.03.2020, si è realizzato un incontro on line, con la Ministra Lucia Azzolina, collegata dal Ministero dell’ Istruzione, a cui ha partecipato il Presidente avv. Maurizio Benincasa.

venerdì 27 marzo 2020

Le persone sordocieche e l'isolamento assoluto in quarantena: "Non abbandonateci"

Francesco Mercurio, presidente del comitato delle persone sordocieche della Lega del Filo d'Oro, lancia un appello alle Istituzioni: "Non dimenticateci. Per noi il tatto è vista, e per alcuni di noi anche molto di più".

Coronavirus, le infermiere che comunicano con pazienti non udenti: “Dolcezza che scalda il cuore”

Il dolce gesto delle infermiere dell’ospedale di Pavullo, in provincia di Modena, che hanno comunicato con un paziente non udente lasciandogli frasi sparse sul letto. “Dolcezza che scalda il cuore”. Tanti i messaggi commossi su Facebook: “Finalmente una notizia bella in tante brutte. Speriamo che la paziente sorda guarisca presto e bene e ancora grazie per la passione”.

Dal Festival di Sanremo al Coronavirus: l’informazione negata alle persone sorde

La "Giovanna D'Arco dei sordi", intervistata da Senza Filtro, sfata diversi luoghi comuni sulla disabilità uditiva. La Lis a Sanremo non basta; serve altro.
Qualcuno l’ha definita la Giovanna D’Arco dei sordi. Sara in effetti è intensa; prima ancora che nelle parole lo è nello sguardo e nei gesti. Non ci siamo incontrate.

mercoledì 25 marzo 2020

Smartphone: giu' le barriere: sono una finestra sul mondo

Le società produttrici hanno investito molto nell’accessibilità. Ma il costo è alto per chi è fuori dal mercato del lavoro. E molte app sono ancora poco inclusive.

Se lo smartphone sa essere uno scrigno di informazioni e un potentissimo strumento per comunicare, è anche vero che si presenta come una tavoletta dalla superficie liscia e uniforme. Apparentemente impossibile da usare per chi è affetto da una qualche forma di disabilità.

Giornata dell'Udito 6 marzo 2020


Problemi di udito: preoccupante aumento tra i giovani. 
Non solo anziani: l’ipoacusia, un deficit uditivo, sta diventando un problema senza età che interessa anche i giovani. Si stima che, a livello globale, oltre 460 milioni di persone, oltre il 5% della popolazione mondiale, sia interessato da problemi all’udito e si prevede che il numero triplicherà salendo a 1,2 miliardi di persone entro il 2050.

giovedì 19 marzo 2020

Katia, maestra di sci oltre le barriere del silenzio: "L'insegnamento, la mia vittoria più importante"Katia, maestra di sci oltre le barriere del silenzio: "L'insegnamento, la mia vittoria più importante"

L'atleta, 42 anni, è sorda dalla nascita. Nonostante il deficit uditivo, è riuscita a superare la selezione per poter insegnare lo sci nordico. Desderi, istruttore nazionale Fisi: "Ha prevalso il senso di responsabilità di tutti"

mercoledì 18 marzo 2020

Coronavirus. Il messaggio del direttore generale Pio Istituto Sordi di Milano

Carissimi amici,
credo opportuno scrivervi, in questo momento di grande difficoltà per il nostro Paese, per mantenere i legami con ciascuno di voi e per aggiornarvi su quanto la nostra Fondazione, seppure in una modalità inconsueta per noi, sta facendo in questi giorni.

domenica 8 marzo 2020

Rapporto sulla disabilità, presentata la quarta edizione

Rapporto disabilità Regione Toscana,  2020. I dati di Istat, Inail e Inps e dell’Osservatorio sociale regionale per azioni integrate
Sono 238mila le persone con disabilità nella popolazione con 6 anni e più registrate in Toscana al primo gennaio 2018, in Italia sono 3milioni e 400mila (fonte Istat). 

domenica 1 marzo 2020

70° Sanremo e la lingua dei segni italiana

Giovanna Rinaldi di Nettuno pioniera delle coreografie Lis a Sanremo. E’ di Nettuno, e ci tiene a sottolinearlo, Giovanna Rinaldi che è stata la coreografa ufficiale Lis al Festival di Sanremo e che, alla luce del grandissimo successo ottenuto, sta vagliando una serie di progetti per la massima diffusione del linguaggio dei segni in tv per abbattere le barriere della comunicazione audiovisiva per i non udenti.

"Correte, mio padre sta morendo": non udente chiama i soccorsi con l'app e gli salva la vita

"Correte, mia madre sta morendo": non udente chiama i soccorsi con l'app e le salva la vita.
È successo a Milano nella mattinata di lunedì, il ragazzo ha utilizzato l'app Where are u

Una applicazione in grado di salvare la vita. Letteralmente. È una notizia figlia dei nostri tempi quella resa nota nella giornata di lunedì 3 febbraio dall'Areu, l'azienda regionale di emergenza urgenza. Il motivo? Un ragazzo non udente è riuscito a salvare la vita alla madre chiamando i soccorsi attraverso l'app Where are u.

giovedì 27 febbraio 2020

Montaruli (FdI) contro “Chi l’ha visto?”

«Criminalizzati i sordi, un’indecenza tutta italiana»

«La violenza nei confronti delle donne si condanna senza eccezioni. Ma non accetto di sentire dire che  “gli uomini sordi sono molto violenti…”. Così come ho dovuto ascoltare durante la scorsa puntata di Chi l’ha visto? Attonita perché nessuno ha fermato quelle parole. Un uomo sordo se è stato violento non può infangare la rispettabilità e la serietà di tanti sordi. Né si può usare questo caso per gettare tutti i sordi in pasto all’ignoranza e alla discriminazione». A dichiararlo è la parlamentare di FdI Augusta Montaruli, dopo la messa in onda di un servizio della trasmissione Chi l’ha Visto? su di un caso di violenza domestica.

La storia di Michele Continisio. Laureato in odontoiatria

Altamura (Bari), l a sfida di Michele: «Io, laureato dentista nonostante la sordità». Il venticinquenne non si è mai arreso e ha conseguito la laurea alla «Sapienza» di Roma
Ha vinto una sfida con se stesso. È bella la storia di Michele Continisio, 25 anni, fresco di laurea in odontoiatria e protesi dentaria all’Università di Roma «La Sapienza». Non un traguardo come tutti gli altri. Il giovane altamurano convive da bambino con un problema grave di sordità ma questo non lo ferma, anzi ci sono altri traguardi.

mercoledì 26 febbraio 2020

Campioni sordi, la storia di Piero Italiani:


"Queste persone forti anche tra gli udenti. Serve supporto tecnico adeguato"Campioni sordi, la storia di Piero Italiani: "Queste persone forti anche tra gli udenti. Serve supporto tecnico adeguato".
Sua l'ultima delle interviste di storia orale del progetto #storiedisport #CampioniSordiOSO. "Le olimpiadi dei sordi mi hanno emozionato di più di quelle degli udenti"

Giulia Bassini, tennista

Tennis, il sogno olimpico di Giulia: "Tornare ai Giochi per sordi. I miei impianti, e lo sport, mi hanno salvato la vita"
Giulia Bassini, atleta della nazionale italiana tennis sordi, è nata a Ferrara con una sordità del 100% e all’età di 18 mesi è stata sottoposta ad un intervento chirurgico per l’installazione dell’impianto cocleare sull’orecchio sinistro e da allora ha iniziato una nuova vita.

martedì 25 febbraio 2020

Divulgare cultura superando la disabilità. Iniziativa di rilievo del Gruppo Archeologico Perusia al Manu

Una domenica speciale, dovuta alla fattiva collaborazione del Manu e della Direttrice del Museo Luana Cenciaioli. All’insegna della decisa volontà di includere, lottando contro le penalizzanti esclusioni dalle opportunità offerte dal territorio

Divulgare cultura superando la disabilità. Iniziativa di rilievo del Gruppo Archeologico Perusia al Museo Archeologico dell’Umbria.

S. Leopoldo Mandic (1866 -1942) disabile e ora patrono dei malati di tumore.

Nato il 12 maggio 1866 in Dalmazia, a sedici anni entra tra i Cappuccini di Venezia e collabora alla riunificazione con la Chiesa ortodossa. Questo suo desiderio però non si realizza, perché gli vengono affidati altri incarichi.
Dal 1906 è a Padova, dove si dedica al ministero della Confessione. Le sue erano confessioni semplici: poche parole, anche a causa del suo parlare non fluido; l'esortazione ad avere fede; un fermo e chiaro richiamo quando proprio occorreva, e l'assoluzione …

Nuovo servizio governativo a favore delle persone sorde

L'ufficio di coordinamento delle azioni del Governo per le persone con disabilità e le loro famiglie
Funzioni e competenze
L’Ufficio è la struttura di supporto di cui si avvale il Presidente del Consiglio dei Ministri per la promozione e il coordinamento dell’azione del Governo in materia di disabilità.

venerdì 31 gennaio 2020

Federazione Italiana Rete Sostegno e Tutela (FIRST): Miur internalizzi assistenti all’autonomia e comunicazione

Il DLGS 66 del 2017, all’art. 7 e 9, ha impresso una svolta importante al processo di inclusione degli alunni con disabilità, prevedendo, per la prima volta dal punto di vista normativo, che il GLIS ( ex GLHO), ai fini della redazione del PEI “ deve” essere composto anche dagli assistenti, in primis quelli all’autonomia e comunicazione.

giovedì 30 gennaio 2020

Ospedale San Pio di Benevento. Il servizio videochiamata a favore dei sordi

 A.O.R.N. “San Pio”: innovazione ed efficienza con il video-interprete in lingua dei segni, Innovazione tecnologica e servizi più accessibili per i pazienti sordi che si recheranno per visite mediche da oggi (18 gennaio n.d.r.) all’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento.

In Molise non viene riconosciuta la lingua dei segni: la storia di Michele, 23enne sordo che studia in Abruzzo

Il giovane studente: "In Molise ancora troppe barriere, sono veramente deluso".
“In Molise non c’è il riconoscimento della lingua dei segni italiana (Lis). Non è mai stato discusso il decreto legislativo, una legge che noi cittadini molisani con sordità attendiamo da anni. Sono veramente deluso”.

Fondo politiche giovanili e inclusione persone non udenti: approvati riparti

Agenpress – “Abbiamo approvato il riparto del Fondo per le politiche giovanili per il 2020 per un ammontare complessivo di oltre 33 milioni di euro”, annuncia il presidente della Regione Molise,  Donato Toma.

martedì 7 gennaio 2020

Antonella, interprete in tv per il presidente: «Così ho tradotto Mattarella per i non udenti»

Ha tradotto nella lingua dei segni il discorso di fine anno del presidente Mattarella. I dieci milioni di italiani che hanno seguito il messaggio del capo dello Stato hanno potuto vedere sullo schermo della tv in una finestra in basso a sinistra, Antonella Bertone, 54 anni, salernitana, interprete della lingua dei segni.