giovedì 27 novembre 2014

Apre a Roma lo Sportello voce Inps dedicato a utenti sordi

Uno sportello dell’Inps dedicato agli utenti sordi e gestito dai dipendenti sordi. Parte da Roma la sperimentazione che l’Istituto di previdenza sociale ha predisposto per assistere con maggiore attenzione una parte di utenza. 

Ce ne parla Elvira Ragosta:
Saranno i dipendenti sordi, coadiuvati da interpreti di lingua Lis a provvedere alle richieste degli utenti sordi. La sperimentazione, che durerà tre mesi, parte da Roma, nelle sedi Inps di Tuscolano ed Eur e mira, per ora, ad assistere i quasi 4000 utenti sordi del Lazio. Ma l’idea dell’Istituto è quella di estendere il servizio a livello nazionale. Agli sportelli, aperti 2 giorni al mese, si accede previo appuntamento, via mail o telefono dattiloscritto.

L’utente comunicherà nella lingua dei segni italiana con il dipendente e ad essi si affiancherà un altro dipendente Inps esperto della materia in oggetto.  Mena Paola Ciarmela, responsabile del team utenza disagiata:
“E’ una fascia di popolazione che fino ad oggi non era stata servita nella maniera adeguata così come sono stati serviti gli altri utenti. Quindi colma una lacuna che ci portiamo appresso purtroppo da sempre. Agli utenti sordi viene inviata una lettera e gli si dice che se hanno bisogno dell’Inps possono chiedere un appuntamento. L’appuntamento viene fissato tramite l’e-mail o tramite l’uso del telefono DTS, e poi viene ricevuto l’utente. L’utente naturalmente viene ricevuto in collaborazione con i nostri colleghi sordi che conoscono la lingua dei segni e viene data a loro l’assistenza a 360 gradi”.

Un progetto realizzato anche con la collaborazione dell’Istituto italiano sordi (Istituto Statale dei Sordi, n.d.r.), il cui commissario, Ivano Spano ha così commentato l’iniziativa:
“Questo è veramente un segnale di alta civiltà e di riappropriazione di quel diritto di cittadinanza attiva … E’ chiaro che per questa iniziativa, per questo sportello, c’è bisogno di dare sostegni anche di tipo formativo - come si fa con qualsiasi lavoratore, qualsiasi operatore - per sostenere le competenze linguistiche delle persone sorde, ma anche per avviare altri collaboratori dell’istituzione, udenti, a lavorare in maniera più adeguata, più significativa con i colleghi sordi stessi, a vantaggio dell’utenza in generale. E sono anche i sordi stessi che avranno bisogno, anche loro, di questa istituzione, che quindi si vedono sia come lavoratori, sia come operatori, che utenti della stessa. Questi sono principi fondamentali che la dimensione pubblica tarda ad attuare e a porre in essere con iniziative lodevolissime come quella di oggi dello sportello voci”.
Anna Muscio è una dipendente della sede Tuscolano ed è una dei pionieri di questo progetto. A prestarle la voce, per raccontare come si è giunti a questo traguardo è Gabriel, interpretet Lis:
“Passo per passo abbiamo fatto un corso di formazione per imparare le procedure. Anche a me serviva per andare avanti, perché erano tutte notizie nuove. Io lavoravo sempre nelle stesse procedure, quindi questo è stato molto interessante per me. Ci sono diverse problematiche come quella dei sordi anziani, i giovani, le domande per i pensionati… Ci sono state molte delusioni. Mi è dispiaciuto tante volte perché dovevo aiutare il ragazzo sordo che veniva a chiedere le informazioni e perdevo il mio lavoro perché dovevo aiutare il sordo che veniva a chiedermi. Allora, abbiamo avuto questa iniziativa di creare questo sportello per i sordi”

Fonte: Radiovaticana.it


PER SAPERE DI PIU'
_______________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento