martedì 14 maggio 2013

Incontro con Renato Pigliacampo

Presentazione della seconda edizione di “Lettera ad una logopedista” e “L'albero di rami senza vento”.
Sabato 18 maggio 2013 ore 16.00 presso il bar “Senza Nome” - via Belvedere 11/b -  Bologna Centro.
Renato Pigliacampo, sull'esempio del neuropsicologo statunitense Olivier Sacks, è narratore scientifico delle proprie esperienze, o di racconti di pazienti che segue come medico.

Chi legge la Lettera, descritta con immagini forti e stupende pennellate di luoghi delle colline marchigiane, e del suo mare, scopre una storia che potrebbe benissimo far parte di una collana di testi di letteratura moderna.

“Il silenzio si apre un varco dentro la parola nel nuovo libro di Renato Pigliacampo. É  il testo della sua maturità poetica: poeta del Silenzio e del riscatto da una condizione di svantaggio che diventa amore per la vita e insegnamento. Ci sono tutti i grandi temi della sua poesia.”
(Giammario Maulo)

Renato Pigliacampo (Recanati, 29 settembre 1948) è uno scrittore, poeta, saggista, docente, laureato in pedagogia (indirizzo psicologico).

É stato incaricato psicologo dirigente nella ASL di Recanati-Civitanova Marche.

Ha vinto numerosi primi premi letterari, tra cui per due volte il Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri.

È stato per anni dirigente dell'ENS - Ente Nazionale Sordi - rivestendo vari incarichi dirigenziali. Ha fondato e diretto per vent'anni il periodico Il Sordudente.

Ha poi fondato e diretto la rivista Poeti e Poesia e una piccola casa editrice. Ha fondato il Premio Internazionale di poesia Città di Porto Recanati. È Cavaliere Ufficiale della Repubblica Italiana. È docente di Laboratorio dei linguaggi per non udenti e il sostegno e di Psicopatologia del minorato sensoriale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Macerata.

È noto anche a livello internazionale avendo rivestito, per l'Italia, nella Federazione Mondiale, dapprima l'incarico di membro del dipartimento Arte e Cultura, poi nella commissione pedagogica-psicologica.

PER SAPERE DI PIU'


_________________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento