lunedì 13 maggio 2013

Applauso silenzioso: il più grande di sempre al Concerto del 1 maggio

Si può applaudire in silenzio. Sarà bello che a farlo saranno decine, forse centinaia di migliaia di persone. Il Concerto del Primo maggio mette insieme palco e spettatori in un momento di inclusione. I ragazzi sordi di Radio Kaos ItaLis saliranno sul palco, ospitati dal cantante Daniele Silvestri, e chiederanno al pubblico di piazza San Giovanni (e, perché no?, anche a quello a casa) di fare il più grande applauso silenzioso della storia, attraverso il modo utilizzato dalle persone sorde per mostrare il proprio apprezzamento: non un battito di mani, ma le braccia alzate verso l’alto e le mani che roteano velocemente prima verso destra poi verso sinistra.


Daniele Silvestri ha portato per la prima volta la lingua italiana dei segni sul palco di Sanremo: la sua interpretazione del brano “A bocca chiusa” era tradotta da Renato Vicini, uno degli interpreti storici della Lis, che stava alle sue spalle (vedi: “A Bocca chiusa si fa rumore” su InVisibili). Radio Kaos ItaLis è una web radio, la prima emittente italiana per sordi, nata due anni fa a Roma, unica nel suo genere.

Silvestri canterà al Concerto del Primo maggio di nuovo con Vicini e alla fine saranno sul palco una quarantina di persone sorde, organizzate da Radio Kaos ItaLis, e verrà chiesto alle persone di alzare le braccia e roteare le mani, come sarebbe giusto fare in ogni consesso dove è presente una persona con acusia (sorda) o ipoacusica (con un minimo residuo, grazie al quale si può ricorrere a un apparecchio acustico).

L’esibizione di Daniele Silvestri è prevista per le 21, orario di grandissimo ascolto e visione. Per questo assume un significato ancora più importante. Ci sarà un flashmob nella lingua dei segni. Radio Kaos ItaLis ha promosso la petizione “Io segno la Lis” (#iosegno) per “il riconoscimento ufficiale della Lis come avviene in 44 Paesi del mondo (tra i quali Iran, Usa, Cina, Spagna e Francia)”. Una petizione che è vicina alle 50 mila firme e che ha ricevuto l’appoggio dei Presidenti di Camera e Senato. Un argomento controverso: la disputa fra oralisti e segnanti, come abbiamo più volte scritto su InVisibili, è sempre aperta e a volte molto aspra. Proprio di questi giorni è una presa di posizione contro questo riconoscimento da parte di Antonio Pala, responsabile politiche sociali del Pd fiorentino, appoggiata da Fiadda (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti delle Persone Audiolese). Un nonno con nipote di una famiglia che ha scelto per lui l’impianto cocleare (altro argomento su cui vi sono controversie) ha scritto una lettera aperta alla Presidentessa della Camera, Laura Boldrini, (la segnalo sul sempre ottimo portale Superando.it) portando la sua positiva esperienza. Continuo a pensare che il primo obiettivo da raggiungere sia una informazione corretta in modo che le famiglie e le persone possano scegliere avendo tutte le possibilità. Ma su questi temi si possono vedere post precedenti a questo su InVisibili. Ci sarà ancora molto da scrivere e approfondire.

Qui si voleva solo segnalare un gesto. Sono partito da un applauso per arrivare a un applauso. Qualche settimana fa, durante un incontro dei parlamentari del Movimento 5 Stelle con Beppe Grillo (come lui, politici di diversi schieramenti, da Vendola a Monti a Maroni, nei comizi elettorali avevano un interprete Lis) si notò che alla conclusione dell’intervento di Grillo la maggioranza fra chi ascoltava applaudisse così. L’applauso silenzioso sul palco e sotto il palco di Piazza San Giovanni, e nelle case davanti la tv,  sarà un bel momento: migliaia di persone unite in un gesto che non esclude, ma include. Un segno. Bello.

Claudio Arrigoni. Fonte: invisibili.corriere.it



PER SAPERE DI PIU'

L'artista Daniele Silvestri

Sito Ufficiale di Daniele Silvestri

ARTICOLO CORRELATO

"A bocca chiusa" o a meglio "mente aperta"


Lis, la Fiadda critica le “tesi fuorvianti” di Daniele Silvestri

Ancora polemiche sulla Lis
_________________________________________________________________________________

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini







Nessun commento:

Posta un commento