sabato 29 dicembre 2012

Abraham Lincoln e i sordi USA.

Come nacque la Gallaudet University
Era il tempo cruento della guerra di secessione americana, combattuta dal 12 aprile 1861 al 9 aprile 1865 fra gli Stati Uniti d'America, quelli del Nord, e gli Stati Confederati d'America (CSA), collocati al Sud,  questi erano l'entità politica sorta dalla riunione confederale di Stati secessionisti dall'Unione (USA).


 Come racconta la storia, nella prima metà del XIX secolo, gli stati del Nord e quelli del Sud erano portatori di tradizioni e interessi economici, sociali e politici profondamente diversi. La principale causa di contrasto tra le regioni agricole meridionali e quelle industriali del Nord era l'istituto della schiavitù. Perno del sistema socioeconomico sudista, che annoverava al suo interno oltre quattro milioni di schiavi neri impiegati nelle piantagioni di cotone, tabacco e canna da zucchero, la schiavitù non rispondeva invece alle esigenze produttive delle regioni settentrionali, interessate alla meccanizzazione del lavoro, ed era dunque lì avversata per ragioni tanto ideali che d'interesse

A Washington, DC, al Nord, era sorta nel 1857 l'«Istituzione Columbia per l'istruzione dei sordi e muti e dei ciechi». Quella scuola operava senza essere coinvolta nelle contese politiche e dalla guerra, anche se quell'Istituto sorgeva in un angolo di Washington poco più a nord del Campidoglio, sede del Congresso degli Stati Uniti.

Era stato Amos Kendall nel 1857, quando rivestiva la carica di ministro delle Poste, e Presidente dell'Amarica era Andrew Jackson, a donare un vasto appezzamento di terreno per costruirvi una scuola e aveva assunto il giovane e promettente Edward Miner Gallaudet per elaborare il suo progetto per costruire una scuola. 

E.M. Gallaudet aveva accettato la proposta e assunto la carica di sovrintendente di quella struttura, allora assai modesta, perché sperava che sarebbe stato in grado di trasformarlo in un collegio per studenti sordi, e quel suo sogno si realizzò quando, nell'aprile 1864, ebbe la forza di chiedere un sostegno al Congresso, dopo aver presentato allo stesso un Disegno di Legge per potenziare l'Istituzione Columbia.  In un primo tempo la proposta di finanziare quell'istituzione per i "sordomuti", concedendo alla scuola i gradi collegiali, appariva controversa, ma poi la proposta è passata addirittura senza dissensi, e il Congresso stanziò 26.000 $ per l'acquisto di altri terreni e fabbricati, decisione poi firmata dal presidente Abraham Lincoln con una legge delega, ricordata dalle generazioni di alunni Gallaudet come "la Carta". 



Istruzione: «Parità per tutti!»Quando Lincoln firmò la legge che consentiva l'istituzione di quel College, in modo da avviare l'istruzione superiore per i non udenti, è rimasta celebre anche una frase usata dal Presidente degli Stati Uniti, che uno degli scopi principali della sua amministrazione era di dare a tutti "una buona possibilità nella corsa della vita e parità di condizioni per tutti, in modo che tutti gli americani abbiano la stessa possibilità di successo.

Ancora oggi alla Gallaudet University di Washington si celebra la "Giornata della Carta", un sabato del mese di aprile.  Quest'anno, 2012, Gallaudet ha celebrato il 148 ° anniversario della sua costituzione e, nel 2009, si era fatta gran festa per il 200 ° anniversario della nascita di Abraham Lincoln, che resta il simbolo delle opportunità educative per gli americani di tutti i tipi, e per le persone sorde in particolare.


Un sogno nel cassetto dei sordi italianiRicordo che Cesare Magarotto, volendo realizzare le aspirazioni e i progetti di suo padre, il Cav. di Gran Croce Antonio, attuati in gran parte, ma un'altra porzione rimasta parzialmente incompiuta, aveva intenzione di costituire a Padova, dove già era stata creata la prima, superba Scuola di studi superiori per i sordi (nella foto sopra), ammirata, lodata, invidiataci dai sordi di tutta Europa, si voleva ampliarla per fare anche un ateneo simile a quello statunitense, ma qui non è ancora spuntato un presidente dello Stato lungimirante e democratico come Abraham Lincoln, per cui quel progetto è rimasto nel cassetto, dove sono riposti anche altri sogni dei sordi italiani, come il riconoscimento della Lingua dei Segni Italiana, o avere parità nel collocamento al lavoro.
Marco Luè - Fonte Storia dei Sordi
_________________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a Storia dei Sordi. Di Tutto e di tutti circa il mondo della sordità. ideato e fondato da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento