sabato 1 febbraio 2014

Parlamento Ue parla in Lis. Primo video tradotto in lingua dei segni

È online il primo video tradotto in lingua dei segni della campagna “LIS – Lascia il segno in Europa”, organizzata nell’ambito della campagna promossa dal programma “Gioventù in azione” della Commissione Europea in vista delle elezioni europee di maggio.

A realizzare la campagna saranno un gruppo di associazioni ed enti pubblici di Sicilia, Marche e Lombardia, coinvolgendo ragazzi e ragazze provenienti da contesti socio-culturali a rischio di marginalizzazione.


In particolare sono infatti coinvolti ragazzi con disabilità sensoriali (sordi e ciechi) e ragazzi dell’area penale, in affidamento ai servizi sociali del Ministero della Giustizia.

La campagna è e sarà improntata all’insegna dell’accessibilità: tutto il materiale video sarà infatti tradotto in LIS e il materiale informativo cartaceo rimanderà, tramite QR codes, alle pagine “parlanti” del sito internet per ipo e non vedenti.
I ragazzi coinvolti (una cinquantina) stanno in questi giorni partecipando a percorsi di in-formazione non solo sull’Europa, ma anche su diversi mezzi e strumenti di comunicazione ed espressione: il fumetto, la radio, la musica rap. Gli stessi strumenti che saranno usati poi per la campagna vera e propria che si svolgerà dall’inizio di aprile.
Pia Grazioli. Fonte: ecodellevalli.tv

PER SAPERE DI PIU'
Visualizza il sito ecodellevalli
Progetto Lis - Lascia il segno in Europa


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento