sabato 1 febbraio 2014

Dallo sport all'informazione,gli ostacoli dei sordi italiani.

Dallo sport all'informazione,gli ostacoli dei sordi italiani. Margiotta (Pd), Pagano canone Rai ma non usufruiscono servizio. "I sordi sono cittadini non pienamente integrati, perché non possono interloquire con chi non conosce la lingua dei segni. Ecco perché chiediamo che lo Stato dia dignità a questo linguaggio, dando la libertà, ai non udenti, di scegliere il mezzo di comunicazione che preferiscono".

E' l'appello di Costanzo Del Vecchio, segretario nazionale dell'Ente Nazionale Sordi Onlus, intervenuto al convegno "Obiettivo Lis: un progetto di legge, un progetto di vita per l'abbattimento delle barriere della comunicazione". Il modo per garantire questa libertà di scelta è velocizzare l'approvazione di un apposito disegno di legge, già depositato in Parlamento. "L'Italia lavora molto per far parlare i popoli ma non riesce a interloquire con le persone sorde. La società deve capire le difficoltà che incontrano nella vita di tutti i giorni", ha spiegato la senatrice Pina Maturani (Pd), membro della XII Commissione permanente Igiene e Sanità del Senato.

"Ricordiamo - ha detto Rita Visini, assessore alle politiche sociali Regione Lazio - che una comunità che nega un diritto ad un disabile, è una comunità più debole e povera", perché "dietro ogni disabilità c'è la persona". Una persona che va a scuola, guarda la tv, fa sport. E in ognuno di questi settori, la lingua dei segni è strumento di comunicazione fondamentale. "Gli allenatori in campo spesso danno indicazioni, i sordi ignorano e continuano a giocare e questa è una sconfitta", ha osservato Guido Zanecchia, delegato della Federazione Italiana Sport Sordi. Altro problema è l'inaccessibilità dei sistemi di comunicazione. "Pagano il canone anche i sordi ed è giusto che possano anche loro usufruire di questo servizio", ha sottolineato il senatore Salvatore Margiotta (Pd), vice presidente della Commissione Parlamentare Vigilanza RAI.

"Pensiamo a Rainews creata per tenere informati costantemente i cittadini - ha aggiunto - perché mai i sordomuti devo dipendere da un'unica edizione dedicata a loro? In questo modo, come stiamo vedendo in queste ore, restano esclusi da notizie che, in situazioni emergenziali come un nubifragio, possono aiutare a salvare la vita".(ANSA 31 gennaio 2014).

PER SAPERE DI PIU'
Video
Sen. Salvatore Margiotta Vice Presidente Vigilanza Rai
______________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento