mercoledì 25 maggio 2016

BioAgri Deaf. L'innovativo progetto a favore dei sordi.

BioAgri Deaf, spin off dell'Istituto dei Sordi di Pianezza (Torino) finalizzata a creare opportunità di formazione e di lavoro per giovani sordi disoccupati, è arrivata in finale al contest Made In Research 2016, indetto dall'incubatore di imprese dell'Università degli Studi di Torino, volto a sostenere le idee innovative in campo sociale e imprenditoriale.


Al contesto hanno partecipato 23 gruppi, che hanno presentato i loro progetti corredati da analisi di fattibilità in varie sessioni di lavoro di fronte ad un folto gruppo di mentor, starupper di successo e rappresentanti del mondo accademico, professionale e imprenditoriale. La giuria ha decretato la rosa dei 10 finalisti e tra questi è stata selezionata anche BioAgriDeaf, a cui è stato anche dato il premio speciale come attività "Social". 



Si tratta di una nuova attività che fa seguito alla formazione, negli anni scorsi, di un folto gruppo di giovani sordi nell'ambito di corsi di cucina, bar, accoglienza di strutture ricettive e agricoltura e che intende mettere a sistema servizi e beni dell'Istituto dei Sordi, per renderli non solo più competitivi, ma anche socialmente utili in base ai suoi scopi statutari, tra cui spicca l'accompagnamento alla vita autonoma per le persone sorde, soprattutto di quelle più in difficoltà. BioAgriDeaf, gestita da ex alunni sordi e da alcuni dei loro insegnanti ed educatori prenderà quindi in gestione la caffetteria interna dell'Istituto e un terreno agricolo, sempre di proprietà dell'Istituto, sito in San Gillio. 


L'obiettivo è quello quindi di offrire un servizio di qualità, utilizzando quando possibile sempre prodotti biologici e a chilometri zero, dando inoltre opportunità lavorative a persone svantaggiate.






PER SAPERE DI PIU'



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini


Nessun commento:

Posta un commento