lunedì 22 febbraio 2021

La memoria dell’educatore sordo Angelo Marasà

Nella mattinata di sabato 20 febbraio 2021, all'ospedale di Cernusco sul Naviglio (Milano) è venuto a mancare ANGELO MARASA' (Enna 14.8.1943 - Milano 20.2.2021).

Era stato per anni oblato della Piccola Missione per i Sordomuti, prestando la sua opera di maestro di legatoria e guida scout negli Istituti Gualandi di Catania, Firenze, Giulianova e Roma. 

Felice Carbonera “Vero maestro-educatore dei sordomuti" (1819-1881)

Questa terza pubblicazione – la prima dedicata a Giulio Tarra, Direttore del Pio Istituto alla sua fondazione e la seconda allo stesso Fondatore, il Conte Paolo Taverna – intendiamo ricordare appunto il pittore ed educatore Felice Carbonera, che svolse il ruolo professionale all’interno Istituto. Continua così l’opera della Fondazione per ricordare persone che hanno fatto la storia dell’Istituto. 

sabato 20 febbraio 2021

L'intervista a Marinella Salami

Il talento è un dono da coltivare. Accogliere le differenze, temere l'indifferenza.

Laureata con lode in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l'Università Statale di Milano, Marinella Salami è Interprete professionista free-lance di lingua dei segni italiana nonché formatrice. Svolge l’attività professionale in Italia e all'estero come interprete di conferenza e di trattativa.

L'Assistente alla Comunicazione per gli alunni sordi. Intervista a Luisa Accardo.

Pedagogista, vice direttore area gestionale e direttore servizi educativi della Fondazione Istituto dei Sordi di Torino Onlus. Luisa Accardo è altresì Professore a contratto nei corsi di specializzazione per gli insegnanti di sostegno per conto dell’università degli studi di Torino nonché Assistente alla Comunicazione.

L'artista sordo dell'ottocento: Felice Carbonera

Felice Carbonera  (Vervio 19.10.1819-13.2.1881). Menomato nella parola e nell'udito, dal 1832 al '37 studiò nell'Istituto per sordomuti di Milano, poi, dal 1847 al '48, fu educato privatamente alla parola dal maestro Bianchi di detto istituto e divenne a sua volta maestro di sordomuti, in particolare di famiglie povere. Studiò contemporaneamente pittura e dipinse diverse pale d'altare giudicate pregevoli e numerosi ritratti. Aveva sposato Marta Lucini, forse di Tirano.

Erika Stefani ministra alle disabilità

Avvocata vicentina, classe 1971, Erika Stefani è la nuova ministra alle politiche per la disabilità del governo Draghi. Stefani è entrata in politica alle amministrative del 1999 come consigliera del Comune di Trissino e dopo una lunga carriera è approdata in Parlamento nel 2013. A giugno del 2018 è stata nominata ministra del primo governo «gialloverde» guidato da Giuseppe Conte e ora torna alla carica per occuparsi del delicato tema delle disabilità in quota Carroccio. Si è occupata molto di giustizia e autonomie.

lunedì 15 febbraio 2021

Essere CODA: farsi ponte tra due realtà, le interviste importanti. Coda (Children of deaf adults) è un acronimo internazionale nato negli Stati Uniti nel 1983 e scelto per indicare i figli udenti di genitori sordi

Gino Pracchia è nato a Teramo nel 1962 ed è residente a Grottammare (AP). Dal 1988 è iscritto all’Associazione Anios di cui è stato Presidente Nazionale dal 1989 al 1997 e Consigliere Nazionale dal 1997 al 2006. Ha ottenuto il riconoscimento come interprete LIS (Operatore Tecnico Mimico Gestuale) dalla Regione Marche nel 1987, quando ancora non si parlava di Lingua dei Segni bensì di Linguaggio Mimico Gestuale. Dal mese di Settembre 1989 ad oggi lavora come interprete LIS professionista presso gli Enti Locali della Provincia di Macerata, inizialmente con incarichi annuali diretti e negli anni successivi attraverso incarichi annuali indiretti.

mercoledì 10 febbraio 2021

TimVision, arriva la lingua dei segni nei programmi per bambini

I piccoli con difficoltà uditive potranno guardare in Lis “Leo&Giulia”, il cartone che li aiuta a comprendere come difendersi dal contagio da Covid-19

Mettere a disposizione anche dei bambini con disabilità uditive il programma “Leo&Giulia”, il cartone animato che aiuta i più piccoli a comprendere come difendersi dal contagio da Covid-19.

martedì 9 febbraio 2021

Sundance Film Festival 2021. CODA, il film della storia di una famiglia dei sordi

Per la prima volta al Sundance un film ha vinto tutti i premi che poteva vincere. Si intitola CODA, tutto in caps, ed è la storia di un’adolescente figlia di due genitori affetti da sordità.

Un dramma e una storia di formazione, quella di Sian Heder, che ha vinto i quattro premi più importanti del Sundance Film Festival, tutti quindi ottenuti da uno stesso film per la prima volta nella storia della kermesse.

Cenni storici figura di Antonio Magarotto e sull'Istituto

Figlio di un farmacista padovano, Antonio Magarotto nacque a Poiana Maggiore (VI) il 30 giugno 1891 ed in seguito ad una meningite divenne sordo all'età di 3 anni. 
Frequentò le scuole per sordomuti a Siena; lì apprese la lettura labiale e a parlare correttamente.