domenica 18 gennaio 2015

L'Angelo di Giovanni Moreno Milani scende su Sariano

Il 16 gennaio, nella sala civica dell'ostello "Don Onorio Grossi" di Sariano nel Comune di Trecenta (Rovigo) é stato presentato il libro "Angelo" di Giovanni "Moreno" Milani.
Il libro narra la storia di un angelo custode, che di nome fa proprio Angelo, ma che ha una condotta non proprio gradita ai suoi superiori, in quanto è gay. E allora le alte sfere celesti lo mandano a proteggere una bambina sorda di 4 anni in un paesino della bassa padana, qualcosa di simile a Sariano, trasferendolo lì da New York.

Nel piccolo paese deve affrontare varie vicissitudini, ma diventa presto amico della sua protetta. È una favola in cui sono protagonisti gli IC (impianti cocleari), senza i quali la bimba, come l'autore del libro, non può sentire.


L'impianto cocleare, conosciuto anche come orecchio bionico, è l'unica protesi in grado di aiutare chi è affetto da sordità totale o profonda, e Milani ha voluto scrivere questa favola per far conoscere questo tipo di protesi e il complesso mondo della sordità, «handicap invisibile».

Giovanni Milani è nato normodotato ed è divenuto non udente a 11 anni a seguito di una meningite. La menomazione lo costrinse ad abbandonare le scuole di Trecenta per continuare gli studi nell'istituto per sordi Gualandi di Bologna. Moreno è un appassionato di fotografia e ama particolarmente scrivere. È molto conosciuto sia a Sariano che a Trecenta. Alla presentazione erano presenti molti amici del forum "Affrontiamo la sordità insieme". (F.Rom.)
Fonte: gazzettino.it

Sinossi
"È una favola su un Angelo che si ritrova a dover assistere una bambina di quattro anni affetta da sordità totale, ma protesizzata con 2 impianti cocleari bilaterali.
È rivolto a chi sa cos'è sia la sordità, vissuta dal di dentro o come genitore, sia a chi sa cos'è l'impianto cocleare o orecchio bionico che sia. 
Angelo deve assistere Diana, ma anche una vecchia signora che tanti anni prima..."

Il libro é rintracciabile nella rete dell'internet.

PER SAPERE DI PIU'

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento