martedì 5 luglio 2016

Piccola Missione per sordomuti in Capitolo Generale.

Con una Messa ha preso il via ieri  (4 luglio, n.d.r.) a Badia di Montepiano (Prato) il 16° Capitolo generale della Piccola Missione per i sordomuti, congregazione maschile che si occupa dell'apostolato fra le persone non udenti. «Siamo chiamati a eleggere il superiore generale e i membri del Consiglio generale, a rivedere la vita della congregazione alla luce dei nuovi orientamenti dettati dalla Chiesa per gli Istituti di vita consacrata, ad aggiornare l'attività pastorale a favore delle persone sorde, scopo del carisma lasciatoci in eredità dal venerabile servo di Dio don Giuseppe Gualandi», riferisce padre Vincenzo Di Blasio, procuratore generale in carica.


Fondata dal venerabile monsignor Giuseppe Gualandi (18261907), la Piccola Missione per i sordomuti fu approvata il 15 agosto 1872 dall'arcivescovo di Bologna Carlo Luigi Morichini e il 1° maggio 1903 venne riconosciuta dal cardinale Domenico Svampa con i tre voti di povertà, castità e obbedienza; il sì definitivo della Congregazione vaticana dei religiosi arrivò il 7 ottobre 1963. All'Istituto possono aderire come aggregati gli oblati sordi, che non emettono i voti religiosi ma fanno una promessa.


Oggi la congregazione, racconta padre Di Blasio, è presente «in Italia, Brasile, Filippine e Repubblica Democratica del Congo. A Roma si trovano la casa generalizia e lo studentato internazionale, mentre a Bologna si trova la casa madre della congregazione con la cappella, la camera del Fondatore e alcune camere attigue. Siamo anche a Firenze con una comunità e abbiamo punti di riferimento a Catania, Molfetta (Bari), e Badia di Montepiano (Prato). In Brasile siamo nello Stato del Paranà con due parrocchie e una casa di formazione; nella città di Londrina si trova il centro della pastorale dei sordi con un oratorio e una chiesa-Santuario intitolati a Nossa Senhora do Silencio». Nelle Filippine c'è una comunità con casa di formazione a Cebu City. E da due anni i religiosi sono a Butembo, a nord del Congo, dove guidano una parrocchia e una casa di formazione.
Laura Badaracch. Fonte: Avvenire




PICCOLA  MISSIONE  PER  I  SORDOMUTI. Elezione dei responsabili della congregazione.
L’11 luglio 2016,nella sala capitolare del convento della Badia di Montepiano (Prato), i Religiosi della Piccola Missione per i Sordomuti, regolarmente convocati per celebrare il XVI Capitolo Generale Ordinario Elettivo, a norma delle proprie Costituzioni, hanno eletto i nuovi responsabili per il prossimo sessennio.

Dagli scrutini sono risultati eletti:
CASTIGLIONE  P. Savino Graziano (Italia), Superiore generale

DI BLASIO P. Vincenzo  (Italia),  1° Consigliere, Vicario generale e Procuratore Generale

ABII P. Donand Chinomso (Nigeria), 2° Consigliere e Segretario Generale

ROVAI P. Giustino (Italia), 3° Consigliere

ONUMAEGBU  MUNACHISO P. Charles (Nigeria),  Economo Generale

PER SAPERE DI PIU'


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini



Nessun commento:

Posta un commento