domenica 26 giugno 2016

Beato Andrea Giacinto Longhin

Vescovo cappuccino. Nasce il 22 novembre 1863 a Fiumicello di Campodarsego (PD) da una famiglia di contadini. Seguendo la sua vocazione al sacerdozio nel 1879 inizia il noviziato nell'Ordine dei Cappuccini, compiendo gli studi tra Padova e Venezia. Dopo aver svolto per 18 anni l'incarico di direttore spirituale dei giovani religiosi, nel 1902 viene eletto ministro provinciale dei Cappuccini veneti.


Il 13 aprile 1904 Pio X lo nomina vescovo di Treviso. Guida saggia e coraggiosa, compie tre visite pastorali, la seconda delle quali è interrotta dalla prima guerra mondiale che lo vede però sempre accanto alla sua gente. Colpito da una grave malattia muore il 26 giugno 1936.                             

Il 20 ottobre 2002 è stato beatificato a Roma da Giovanni Paolo II. Il 26 giugno la sua memoria liturgica. Le venerate spoglie riposano nella Cattedrale di Treviso. 

Negli scritti del beato Longhin leggiamo: “A chi dice che una sordomuta non può aspirare alla vita religiosa, rispondi subito che Gesù ha le sue predilezioni; egli è il padrone e può distribuire i suoi doni non solo alle sordomute ma anche ai più grandi peccatori. Vogliatevi bene, amate il Signore, cercate il regno di Dio; questo conta, il resto non vale nulla: fatevi santi, fatevi santi”.
P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU'


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento