martedì 28 luglio 2015

"Sono sordo" di Andrea Dezio

Sono nato sordo,
si sordo.
Non sentivo, non parlavo, non capivo.
Essere sordi non significa essere handicappati.
Non significa essere disabili.

La sordità è invisibile,
la sordità è libertà,
la sordità è vita,
la sordità è silenzio.

Da bambino il mio giocattolo preferito era il silenzio.
Si il silenzio.
Tutto per me era in “OFF”.
La sordità è la mia migliore amica.
La sordità è parte della mia vita.
Mi ha fortificato, mi ha fatto crescere,
ma nello stesso tempo mi ha indebolito,
impaurito, mi ha confuso.
I miei piccoli amichetti erano gli apparecchi,
gli apparecchi acustici,
sentivo ma non capivo,
non funzionavano al 100% gli apparecchi,
no, non funziovano mamma!
Voglio sentire.
Sordità devo superarti, oltrepassarti.

Un’ ostacolo superabile,
dietro il quale c’è
La vita! La Luce! La Musica!
Il rumorie La parola! La melodia!
Mamma cos’è la musica?
Mamma cos’è il rumore?
Mamma cos’è la parola?
Mamma cos’è la melodia?

Ostacoli, sacrifici, combattimenti, battaglie.
No, non mi arrendo, mamma non mi arrendo.
Non mi arrendo.
Impianto cocleare. Impianto.
Si impianto, mamma.
Sarà un piccolo tunnel attraverso il quale passano
I rumori, le melodie, la musica
Potrò rinascere.
Rinascerò.
Per anni e anni ho scoperto
Quanto è bello vivere,
quanto bisogna sudare,
quanto bisogna lottare,
quanto bisogna combattere per una cosa
se vuoi ottenere il massimo nella vita.

Mamma adesso posso capire cosa
Mi sono perso in questi 30 anni di silenzio,
ho capito cosa significa sentire,
cosa significa assaporare la musica,
la tua voce mamma per me è musica,
la tua voce mamma per la prima volta mi ha fatto,
vibrare l’anima,
Ma il mio giocattolo preferito resta sempre il silenzio!
Amo la mia sordità, amo il mio essere sordo
E il sentire a modo mio.
Non arrendetevi mai per ottenere qualcosa nella vita! Lottate sempre!
Perché lottare significa vincere
E io ho vinto la mia battaglia!
Andrea Dezio da fb

PER SAPERE DI PIU'
La sordità infantile





«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento