martedì 16 dicembre 2014

Dal ministero 25mila euro per la campagna "Yes We Lis"

Abate: "Un primo passo nella direzione del riconoscimento della Lis come Lingua ufficiale dei ragazzi sordi". Possono tirare un sospiro di sollievi i tanti sostenitori della scuola Lis di Cossato. Il ministero dell’Istruzione ha infatti stanziato 25mila euro “per la copertura di iniziative progettuali in relazione alla campagna ‘Yes We Lis’ con lo scopo di diffondere questo speciale linguaggio come seconda lingua per la minoranza linguistica costituita da bambini e ragazzi sordi per i quali la Lis è lo strumento di comunicazione principale e più efficace”.

“Si tratta certamente di un primo importantissimo passo nella direzione del riconoscimento della Lis come Lingua ufficiale dei ragazzi sordi – spiega Marco Abate del gruppo Cossato Futura, acceso sostenitore della scuola Lis -, ma soprattutto di un aiuto concreto che giunge proprio nel momento in cui il progetto cossatese rischia seriamente di sparire per mancanza di fondi. Un segnale forte della sensibilità e disponibilità verso il tema da parte del ministro Giannini che, come preannunciato durante il nostro viaggio a Roma dello scorso maggio, ha voluto dar seguito alle promesse di attenzione verso questo problema”.

La campagna, ideata e supportata dai ragazzi dell’Iis del Cossatese e Valle Strona è riuscita a portare fino a Roma la battaglia per la difesa del progetto di bilinguismo e a segnalare le problematiche con cui è costretto a convivere da sempre riuscendo a convincere anche il ministro. . “Che è d’obbligo ringraziare – prosegue Abate -, così come il senatore Susta, che si è fatto tramite e portatore delle nostre istanze, i ragazzi, le interpreti e gli insegnanti Valentina Magni, Alessandra Battagin, Clara Mainelli, Sonia Benna, che li hanno supportati e hanno contribuito a realizzare i principali eventi, come la serata al Forum, ospiti di pallacanestro Biella, o le iniziative in collaborazione con il Biella Rugby”. 
Fonte: newsbiella.it

PER SAPERE DI PIU'
Miur
Scuola di Cossato

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento