domenica 18 maggio 2014

Il tesoro di Risolina. Una storia sul valore della diversità


È, nelle migliori librerie d'Italia, il  classico volume rettangolaere, utilizzo del livello scolastico, edito dalla casa edutrice Erickson: Il tesoro di Risolino. Una storia sul valore della diversità, di Alberto Pellai, autore.
 
Risolina è una bambina che, per uno strano incantesimo, è nata con i capelli fatti di seta e di chicchi di riso. Per questa sua diversità viene spesso esclusa e presa in giro dai compagni di scuola, con grande preoccupazione dei suoi genitori.

Risolina è molto triste, ma cerca di nascondere i suoi sentimenti indossando la «maschera della finta felicità» a casa e a scuola.

Finché scopre che… ciò che ci rende diversi è anche ciò che ci rende unici e speciali! Sarà infatti l’unicità di Risolina a rivelarsi una straordinaria risorsa per il suo paese e a insegnare a tutti che ognuno è prezioso, al di là di quello che si è abituati a credere «normale».

Questa storia aiuta a riflettere sul valore della diversità e sull’importanza di imparare a guardare ogni persona senza farsi ingannare dalle apparenze e senza cadere nei luoghi comuni.
Può inoltre essere un utile strumento didattico e narrativo all’interno di percorsi scolastici dedicati al tema dell’integrazione e della prevenzione del bullismo.

Al libro è allegato un CD audio con la favola e alcuni suggerimenti educativi.
 
 

AUTORE: Alberto Pellai
TITOLO: Il tesoro di Risolina. Una storia sul valore della diversità.
Centro Studi Erickson Trento, 2014, pp. 72 + CD Audio.
 
Alberto Pellai.
"Medico e ricercatore presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, si occupa di prevenzione in età evolutiva. Conduce corsi di formazione per genitori e docenti, e nel 2004 ha ricevuto dal Ministero della Salute la medaglia d’argento al merito della sanità pubblica. Collabora con Radio 24 e ha pubblicato con le Edizioni Erickson molti volumi, tra cui Una calamita di mamma (2007), Il bullo citrullo… e altre storie di tipi un po’ così e un po’ cosà (2008) e Il segreto di Fata Lina (2008) con Barbara Tamborini."
 
PER SAPERE DI PIU'Erickson edizioni

____________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento