lunedì 18 febbraio 2013

San Luigi Orione e i Sordi di Venezia (75 anni fa)

Sfogliando la rivista Don Orione oggi  – che in passato si chiamava La Piccola Opera della Divina Provvidenza – si possono trovare notizie del passato della Congregazione. Accadeva nel 1938, 75 anni fa.
Il dicembre del 1937 si era concluso con due rilevanti eventi: il 5 dicembre, a Rio de Janeiro, Gavea, si inaugurò la nuova chiesa dedicata alla “Madonna della Divina Provvidenza”.
Il 19 dicembre, a Milano, ci fu la famosa conferenza di Don Orione all'Università Cattolica con grande concorso di oltre 3000 persone, con vasta presenza di personalità religiose, civili, dell’impresa e della cultura milanese. Milano scoprì Don Orione e non lo dimenticò più.

Il 16 gennaio del 1938, ci fu la solenne inaugurazione dell’Istituto San Filippo Neri di Roma, al quartiere Appio di Roma.
Dopo 3 giorni, il 19 gennaio, al Paterno di Tortona, morì il fratello di Don Orione, Benedetto.
Nel marzo 1938, presso il collegio San Giorgio di Novi Ligure, Don Orione inizia e benedice il “Cenacolo delle mamme” a sostegno dell’educazione dei figli.
Ad aprile, presso il santuario della Madonna della Guardia di Tortona, viene eretta la “Pia Unione del Transito di San Giuseppe per gli agonizzanti”.

C’è la notizia che i sordomuti si radunano nella cappella dell'Istituto Manin di Venezia; qui ebbero la loro sede fino al 1930; dell'associazione regionale sordomuti del Veneto fu consigliere Don Carlo Pensa.

Nel numero di maggio, viene riportato un interessante articolo di Nino Salvaneschi “Visita a Don Orione”, pubblicato sulla Gazzetta del Popolo di Torino del 16 aprile.
Sempre in maggio, ci fu la visita del ministro Galeazzo Ciano alla comunità orionina di Shijak, in Albania. Nello stesso mese, l'arcivescovo cattolico di Durazzo, mons. Pietro Giura, poté fare visita nel suo territorio di Shijak (significa San Giacomo) Dopo la dominazione musulmana, gli orionini vi avevano ricostruito una piccola comunità cristiana e il Vescovo vi andò per la prima Comunione e per la Cresima dei bambini.
Il 15 maggio, si ha la posa della prima pietra del costruendo santuario alla Madonna di Caravaggio, a Fumo di Corvino San Quirico (Pavia)
Il 12 maggio viene dato rilievo alla celebrazione, nel Santuario di Tortona, della partenza di 14 missionari per l’America Latina, accompagnati da Don Orione in visita al Santo Padre.
Molto bello e significativo, nel numero di agosto 1938, l'articoletto del titolo: La missione sociale dei Piccoli Cottolengo. Di grande attualità
Ad Alessandria, l’11 novembre, c’è la benedizione e posa della prima pietra del nuovo Istituto Arti e Mestieri.
A Milano, il 7 dicembre, il card. Ildefonso Schuster benedice la prima pietra del Piccolo Cottolengo Milanese.

P.Vincenzo Di Blasio (17 febbraio 2013)

PER SAPERE DI PIU'


_________________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento