venerdì 11 marzo 2016

La storica associazione "Padre Lorenzo Apicella" di Bari, fondata nel 1936.

L’Associazione Sordi “P.L. Apicella” di Andria compie 80 anni: 1° marzo 1936 - 1° marzo 2016 (80) anni è il traguardo raggiunto da l’Associazione Sordi “P.L. Apicella” di Andria, molto probabilmente la più longeva nella medesima città.
Cinque furono i promotori della Società di Mutuo Soccorso: Romeo Landriscina, Nicola Tursi, Giacomo Zagaria, Michele Lorusso e Raffaele Lomuscio.

Il 1 marzo 1936 con regolare statuto nasce la  “Società di Mutuo Soccorso fra Sordomuti del barese” con sede ad Andria presso l’Oratorio Salesiano, e fu proprio il Direttore di allora Don Ermidoro Caramaschi ad accogliere i sordi dando loro ospitalità.

La Società”P.L.Apicella” è andata avanti negli anni ampliando man mano non solo la consistenza numerica ma anche le sue attività sociali in favore dei propri soci, come ad esempio l’istituzione della Befana del Sordomuto” (Domenica 16  febbraio 1941) nel 5° anno dalla fondazione.



Domenica 11 agosto 1946, alle ore 9, nel cinema dell’Oratorio Salesiano, adibito per la circostanza a cappella, la benedizione della bandiera da parte di Sua Eccellenza Mons. Fra Giuseppe Di Donna Vescovo di Andria che celebra anche la S.Messa.

Il Vessillo è tenuto a battesimo dal Cav. Dottor Giuseppe Marano e dalla Nobil Donna Contessina Rachele Iannuzzi, mentre alla cerimonia partecipano: P. Aldo Natali, direttore dell’Istituto Gualandi di Firenze, don Giuseppe Villani, direttore dell’Oratorio Salesiano di Andria; varie rappresentanze di sordomuti provenienti da Roma, Firenze ed Imola, oltre alle numerose autorità civili tra cui il Cav. Dott. Rag. Giosuè Balzanelli in rappresentanza del Commissario al Comune di Andia, l’avv. Onofrio Iannuzzi  Presidente del Partito Liberale, il sig. Enzo Fattibene  Segretario della Democrazia Cristiana.


La Società “P.L. Apicella” negli anni ingloba anche i sordi delle città di Barletta, Corato, Trani e Canosa di Puglia, divenendo Andria sede della Rappresentanza Intercomunale in seno all’Ente Nazionale Sordomuti.

Nel 1964, con l’intervento dell’E.N.S,. viene sciolta la “Società di Mutuo Soccorso”, divenendo E.N.S. -  Rappresentanza e Circolo Culturale Ricreativo, attraversando un periodo non proprio felice.
Nel 1967 l’associazione si ricostituisce assumendo l’attuale denominazione “Associazione Sordomuti  P.L. Apicella”, dandosi un nuovo Statuto a firma del Notaio dott. Domenico Quarto di Palo con lo scopo di assistere i soci, di incoraggiare ed istruire gli ex alunni dell’Istituto “Apicella” di Molfetta e di organizzare attività ricreative e sportive giungendo fino ai nostri giorni.

Presidente attuale è la signora Maria Paradiso, che si avvale della collaborazione di un consiglio direttivo e di un segretario udente Nicola Di Pasquale. La sede è sempre presso l’Oratorio Salesiano in via Felice Cavallotti.

I festeggiamenti per l’80° anniversario si svolgeranno a dopo Pasqua, nel mese di Aprile, con un programma che sarà reso noto e pubblicato prossimamente.


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini


Nessun commento:

Posta un commento