giovedì 10 marzo 2016

San Giovanni Antonio Farina e i sordi

San Giovanni Antonio Farina (1803-1888), vescovo prima a Treviso e poi a Vicenza.  Ispirandosi all’opera e alla metodologia orale del Provolo di Verona, accoglie alcune sordomute nell’Istituto Santa Dorotea di Vicenza e forma un gruppo di insegnanti specializzate.
Per circa 50 anni al servizio dei sordomuti, fonda l’Istituto EFFETA di Vicenza e la congregazione delle Suore Maestre di Santa Dorotea “Figlie dei Sacri Cuori”, che attualmente dirigono anche l’istituto dei  sordi “Effeta Paolo VI” a Betlemme, in Israele. 

È stato dichiarato santo il 23 novembre 2014 da Papa Francesco.

Nell’edizione del Martirologio Romano, ed. 2007, la festa liturgica è stata segnata al 4 marzo (il suo dies natalis), mentre nell’Editto di beatificazione promulgato da Papa Giovanni Paolo II, la data è stata fissata al 14 gennaio, data in cui lo celebra la diocesi di Vicenza. Papa Francesco lo ha canonizzato il 23 novembre 2014.
P. Vincenzo Di Blasio


PER SAPERE DI PIU'
San Giovanni Antonio Farina




«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento