mercoledì 27 febbraio 2013

Pensione invalidità, sospese da marzo a chi non ha effettuato i controlli.

Come al solito l’Inps prima informa e poi agisce, peccato che lo faccia in tempi ristrettissimi, in modo che l’utente finale non possa porre rimedio a situazioni compromettenti.
In questo caso l’ente ha divulgato un messaggio in data 26 Febbraio 2013, in cui rende noto, come alcune pensioni di invalidità civile potrebbero essere sospese dal mese di Marzo 2013, nel caso in cui il beneficiario non abbia effettuato i controlli inerenti la permanenza dello stato di invalidità civile.
Il Messaggio Inps n. 3283 2013 si ricollega a : Art. 80 della l. 133/2008 di conversione, con modificazioni, del Decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, aveva previsto l’attuazione, dal 1° gennaio 2009 al 31 dicembre 2009, da parte dell’Inps, di un piano straordinario di 200.000 accertamenti di verifica (sanitaria e reddituale) nei confronti dei titolari di benefici economici di invalidità civile, cecità civile e sordità civile (circ. 77 del 21 luglio 2008 – circ. 26 del 23 febbraio 2009).
I controlli di cui all’ art. 80 della l. 133/2008 erano finalizzati a verificare per 200.000 soggetti la permanenza dello stato invalidante nonché dei requisiti reddituali previsti dalla legge per poter continuare a fruire delle provvidenze economiche erogate.
Su queste basi ieri, l’Inps ha comunicato che con decorrenza marzo  2013 è stata disposta la sospensione d’ufficio di un gruppo di prestazioni INVCIV, quindi pensioni invalidità civile, i cui titolari sono risultati assenti alla visita di verifica straordinaria (INVER).
La sospensione della pensione di invalidità civile, riguarda le posizioni, dei soggetti assenti a visita, con visita programmata fino al 30 novembre 2012 e per le quali l’esito Postel è stato: “consegnata raccomandata”, “compiuta giacenza”, “respinta al mittente” e “PEC”.  
Le liste degli assenti sono state preventivamente inviate alle Direzioni Regionali per l’aggiornamento della procedura INVER, con la registrazione da parte delle Sedi competenti di eventuali operazioni effettuate manualmente. Sono stati esclusi dalla sospensione i nominativi per i quali è prevista una nuova convocazione a visita ambulatoriale o domiciliare. 
Le prestazioni sospese sono consultabili nelle liste amministrative presenti nella procedura INVER.  Gli interessati sono informati della sospensione della pensione invalidità civile con una lettera, inviata tramite la procedura INVER, che contiene anche l’invito a rivolgersi all’UOC/UOS per fissare una nuova visita, per poter eventualmente effettuare il ripristino della pensione di invalidità.
Trattandosi di prestazione sospesa, la convocazione dovrà essere stabilita con priorità assoluta. Le prestazioni resteranno comunque sospese fino all’esito della visita. Si potrà procedere al ripristino immediato del pagamento, su segnalazione dei responsabili UOC/UOS medico legali, esclusivamente nel caso in cui venga accertato che la mancata presentazione a visita era stata determinata da alcuni fattori come :
Degenza in strutture sanitarie protette
Ricovero in strutture ospedaliere
Ricorrenza di condizioni che comportano l’esonero dalla visita secondo le norme vigenti (DM 2 agosto 2007)
Condizioni di intrasportabilità.

Fonte: fiscoogginews.it

PER SAPERE DI PIU'



_________________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento