martedì 7 aprile 2015

Migliorare il comportamento aumentando la comunicazione

Aiutare i bambini ad imparare comportamenti appropriati è una preoccupazione dei genitori. La gestione del comportamento può essere complessa ma le famiglie possono iniziare considerando abilità, approcci, consapevolezza, affermazione e azioni.
(NdT: in inglese sono cinque termini che iniziano con la lettera A)

Abilità
I sorrisi, i bronci, i baci e i pianti di un bambino trasportano tutti emozioni. Mentre i bambini cambiano, così mutano le loro abilità di condividere i propri pensieri. Le famiglie capiscono che i neonati possono piangere, i piccoli possono usare singole parole e i bambini dell'asilo possono creare semplici frasi, ma ad ogni età c'è un insieme di abilità. Quando sono arrabbiati, i bambini potrebbero non essere capaci di utilizzare pienamente le loro competenze comunicative!
Se i bambini non sono certi di cosa li attende o non comprendono quello che sta succedendo, si innervosiscono. Quando i bambini possono aspettarsi gli eventi e trasmettere i propri desideri, le frustrazioni vengono ridotte. Imparare a controllare il proprio comportamento è un processo dello sviluppo e ci possono essere dei problemi quando ci sono difficoltà comunicative. Le soluzioni per migliorare i comportamenti sono connesse con l'aumento della comunicazione.

Approcci.
Chiunque può ricordare di essere stato confuso e di aver avuto bisogno di molte spiegazioni per comprendere. La curiosità e la confusione sono parte dell'apprendimento quotidiano dei bambini. Attraverso le interazioni quotidiane, le famiglie aiutano i propri bambini piccoli con perdita uditiva ad accrescere il linguaggio attraverso la lingua parlata, la lingua dei segni, i segni facilitati o una combinazione di approcci.
Quando un bambino è arrabbiato, frustrato o aggressivo, i genitori possono espandere la propria comunicazione. Si può fornire una guida in più di un modo per migliorare la comprensione. Comandi e spiegazioni possono essere date più volte per permettere al bambino di avere tempo di elaborare l'informazione. Le famiglie potrebbero dire qualcosa e metterlo in atto o segnare e disegnare un'immagine.
Combinate più di un approccio:
·  Gesti
·  Immagini
·  Pantomima
·  Esemplificazione
·  Lingua parlata
·  Lingua dei segni

Consapevolezza.
Se i genitori possono vedere uno schema nel comportamento del bambino, essi possono pianificare per incrementare la comunicazione in certe situazioni. Quando le famiglie possono seguire delle routine, i bambini imparano cosa aspettarsi. Se un bambino conosce la sequenza delle attività, può essere più calmo. I bambini traggono beneficio dalle spiegazioni ripetute riguardo le loro attività, così che possano imparare le parole per discuterne!

I bambini possono diventare frustrati quando viene detto loro di cambiare attività. Se si nota questo come schema di comportamento, le famiglie possono pianificare le proprie comunicazioni per queste situazioni. Le famiglie possono aiutare i bambini ad essere coscienti di ciò che avverrà dopo. Per esempio, i genitori possono essere preparati ad impostare un timer per cinque minuti e spiegare che presto sarà ora di rientrare a mangiare. Se le famiglie sanno che un bambino si innervosisce quando deve entrare in macchina, si potrebbero fare disegni per mostrare al bambino cosa farà al termine del viaggio.

Se una famiglia diviene consapevole di difficoltà di comportamento quando si dice al bambino di eseguire compiti, possono cambiare la maniera in cui questa aspettativa viene presentata. Fornire scelte incoraggia il bambino a comunicare e decresce i problemi di comportamento. Al bambino si può dare la scelta tra mettere una maglietta gialla o blu invece di dirgli solo di mettere una maglietta. Essere coinvolti nei preparativi per le attività aiuta i bambini a comprendere cosa sta accadendo. Prima che arrivi l'autobus, il bambino può aiutare a raccogliere gli oggetti da portare a scuola e porli vicino alla porta. In situazioni pericolose, le famiglie possono agire velocemente e decisamente quando necessario. Per esempio, se un bambino è troppo vicino a una stufa, può essere mosso e gli si può dire che non era al sicuro. Se il bambino colpisce, morde, calcia o lancia oggetti, gli si può chiedere di sedersi per un minuto finché non si calma. I genitori possono allora aiutare il bambino brevemente a tenere il comportamento appropriato e in seguito elogiarlo molto.

Affermazione. 
I bambini imparano dalle proprie esperienze e da quello che vedono gli altri fare, così come da quello che viene detto loro. Chiunque trae beneficio dal successo. Quando i bambini partecipano e vengono lodati, essi vogliono ripetere quel comportamento. Se i bambini sono fisicamente aggressivi e sperimentano costrizione fisica, allora i bambini possono continuare a mostrare aggressività. Quando si esemplificano i comportamenti desiderati, allora i bambini vedono più e più volte cosa ci si aspetta. Se i genitori fanno molti tentativi di essere chiari, i bambini impareranno a continuare a provare a spiegarsi anche essi.

Azioni.
Per incrementare la comunicazione e migliorare il comportamento:
·  Avvisate il bambino prima di cambiare compito
·  Mostrate al bambino cosa succederà dopo
·  Offrite scelte al bambino all'interno di un'attività
·  Coinvolgete il bambino nella preparazione e nelle routine
·  Espandete la comunicazione nelle situazioni impegnative
·  Prevedete quando il bambino necessita di più spiegazioni
·  Create sequenze di immagini del tipo prima questo/poi quello
·  Ricordate che le competenze comportamentali richiedono tempo per svilupparsi
·  Ripercorrete con il bambino cosa è accaduto e perché
·  Elogiate spesso il bambino per il buon comportamento

Considerando con cura i bisogni comunicativi dei propri bambini, i genitori li supportano anche per le competenze di comportamento.

Tutti i diritti riservati (C) John Tracy Clinic. Traduzione: Roberto Ballerini

NOTA: i genitori ed i caregivers che parlino inglese o spagnolo, sono caldamente invitati ad iscriversi ai corsi a distanza della JTC (http://www.jtc.org/services/parent-distance-education); esistono anche sessioni estive residenziali internazionali.


Video JTC


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini


Nessun commento:

Posta un commento