venerdì 1 aprile 2016

Beato Ludovico Pavoni e la storia dei sordi

Beato Ludovico Pavoni (1784-1849), “padre degli orfani e amico dei poveri”,  suoi prediletti erano però i sordomuti. Pur non avendo imparato bene il linguaggio dei segni, seppe però  farsi capire con il linguaggio dell’amore, il linguaggio ben capito anche dai piccoli sordi.

Direttore dell’Istituto Sordomuti di Brescia, è il fondatore (1847) della Congregazione dei Figli di Maria Immacolata (gli Artigianelli o Pavoniani), che si occupa dell’educazione e istruzione professionale della gioventù e dei non udenti. I Pavoniani sono inoltre impegnati nell’apostolato della buona stampa con la casa editrice Ancora.  Lo ricordiamo il 1° aprile.
P. Vincenzo Di Blasio



PER SAPERE DI PIU'



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento