sabato 4 febbraio 2017

Ospedale di Ivrea. Contro le barriere sensoriali Asl e Apic lavorano insieme

L'Asl To4 del Canavese è una delle Aziende destinatarie di un progetto dell'Apic (Associazione Portatori Impianto Coclearie) sulla sensibilizzazione in merito alle barriere sensoriali che riguardano il deficit uditivo e la sordità. Venerdì 20 gennaio, infatti, presso lo sportello accoglienza all’ingresso dell'ospedale di Ivrea è stato installato un amplificatore portatile con sistema a induzione magnetica donato dall’Apic.
Si tratta di uno strumento che favorisce il miglioramento della comunicazione con le persone con disabilità uditiva che utilizzano l’apparecchio acustico o l’impianto cocleare, soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell’operatore siano più facilmente comprensibili.

«Il progetto, da noi attivato a seguito dell’assegnazione del contributo derivante dalla scelta dei cittadini sul 5 per mille relativo all’anno 2013 – riferisce il Presidente dell’APIC, Paolo De Luca – oltre ad agevolare le persone con problemi uditivi punta a promuovere l’uso delle tecnologie assistive, ormai utilizzate da un sempre crescente numero di persone e strutture, fino a diventare prassi ormai collaudate in moltissime nazioni non solo europee. Al momento abbiamo individuato undici postazioni ideali complessive, in Ospedali di Torino, dell’area torinese e di Alessandria. Ringraziamo l’Asl To4 per la splendida accoglienza e per l’entusiasmo con cui ha aderito alla nostra iniziativa che, come ricordiamo, ha come fine primario la sensibilizzazione delle istituzioni sul tema delle barriere sensoriali».

Commenta il Direttore Generale dell’azienda sanitaria, Lorenzo Ardissone: «Ringraziamo l’APIC per averci scelto come una delle Aziende destinatarie della donazione. Si tratta di un progetto che incontra la nostra sensibilità, perché, nell’ambito del Piano aziendale per l’umanizzazione dei nostri ospedali, stiamo valutando le modalità per l’eliminazione delle barriere sensoriali».
Fonte: quotidianocanavese.it

PER SAPERE DI PIU'
Asl To4 del Canavese
Associazione APIC


Nessun commento:

Posta un commento