sabato 8 luglio 2017

La squadra Arcobaleno ha vinto la nona edizione di “Giochi senza barriere”

Organizzata dalla Sordapicena di San Benedetto, alla quale hanno preso parte sette squadre composte da ragazzi e ragazze sordi provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.


I componenti della formazione vincente sono: Giuseppina Vaccaro (capitana), Carolina Marguccio, Valeria Giura, Vanessa Ricci Bitti, Vera Chicu, Lorenzo Rivaroli, David Guidi, Mattia Scognamiglio, Raffaele Palmentieri, Stefano Di Vito e Alberto Barbadoro. Gli Arcobaleno hanno superato in classifica i romani degli Amor e la squadra Deaf Abruzzo, giunta terza. Alla competizione hanno preso parte anche le squadre Sintra Suerdas (proveniente dal Portogallo), Genius Team, Gang del Porco e Mixer. Miglior giocatrice della manifestazione è stata giudicata Natalia Colombo (Gang del porco), mentre la palma di miglior giocatore è andata a Simone Cicero (Amor).

Hanno collaborato alla manifestazione, ottimamente gestita dalle coordinatrici Monica Illuminati e Deborah Perazzoli, le aziende CR Meccanica, Meccanica Ombú, Centrosudengineering ed Equilibra che ha fornito i premi miss e mister Giochi senza barriere, eletti nel corso di una divertente serata danzante alla discoteca Sugar. Le squadre hanno alloggiato all’Ostello Ipsia, che nei mesi di luglio e agosto è gestito dalla Sordapicena, in un’ottica di integrazione tra persone sordi e altre normodotate.

Il comune di San Benedetto ha contribuito economicamente all’evento ed era presente alle premiazioni con il sindaco Pasqualino Piunti e gli assessori Emanuela Carboni e Pierluigi Tassotti. «Sono molto orgoglioso della riuscita di questa manifestazione – ha dichiarato il presidente della Sordapicena Fausto Lucidi - che ogni anno porta molti giovani sordi nella nostra città per due giorni di puro divertimento.

Un plauso allo staff della Sordapicena che come sempre ha lavorato senza sosta".
Fonte: viveresanbenedetto.it

PER SAPERE DI PIU'



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini




Nessun commento:

Posta un commento