lunedì 22 maggio 2017

Palermo, otoneurologi a conclave. Sordi veri e sordi per scelta

“L’otoneurologo Oggi tra Ricerca e Legislazione “ è un convegno nel quale però le relazioni sono svolte prevalentemente da  professionisti di altre specialità Un po’ come dire che desideriamo superare il concetto di  congresso dove “noi ce la cantiamo e ce la suoniamo” e viceversa ci mostriamo aperti a  nuovi punti di vista.
 Lo specificherà in apertura uno di noi, Gianfranco Cupido, che, grazie alla sua esperienza e  conoscenza in campo otoneurologico rappresenta un giusto momento di sintesi.  Il primo ospite (in ordine d’ingresso) è Brian Moore il suo nome è noto nei nostri ambienti perché ha identificato il concetto delle zone morte Cocleari.  Una ipoacusia come quella che ti mostriamo sopra , ottenuta con l’audiometria  tonale liminare, pur essendo il soggetto collaborante, potrebbe essere errata quale  conseguenza delle zone morte cocleari. Sbagliata potrebbe pertanto essere anche la  protesizzazione e la eventuale valutazione medico legale.

Le zone Morte Cocleari sono una vera rivoluzione in campo diagnostico, medico legale,  Logopedico ed audioprotesico. Lo Specialista (Audiologo, Otorino, Audiometrista, Logopedista) potrà identificare  l’eventuale presenza di Zone Morte Cocleari con un semplice test audiometrico, già in uso  presso l’U.O. di Audiologia del Policlinico di Palermo: il TEN test codificato dal nostro  ospite , il prof Moore.

La “volata” dialettica nel campo audioprotesico è pertanto aperta dal prof Moore che verrà seguito  da un altro illustre relatore, l’ing Nitais Giannandrea, della GN Resound, da tempo impegnata nella  ricerca nel settore. Saranno cosi presentate le ultime novità in tema di fitting audioprotesico.

I lavori proseguiranno con la relazione del prof Adelfio Elio Cardinale. L’ospite è a tutti noto.  Docente di Radiologia, già Preside della nostra Facoltà nonché sottosegretario alla Salute nel  governo Monti. Il tema nascosto nel titolo della sua relazione “dal microscopio al maxiscopio” è quello della  “Medicina di Genere”. Molte patologie otoneurologiche prediligono un sesso. Otosclerosi,  vestibular migraine , vertigine parossistiche colpiscono più frequentemente il sesso femminile Il Ministero alla salute ha invitato la Classe Medica a prendere coscienza del fattore sesso  in anamnesi e terapia.

I lavori proseguono affrontando un altro tema “spinoso”:i farmaci off label. In otoneurologia è ad esempio off label l’uso dei diuretici nella malattia di Meniere, o della  betaistina nelle vertigini in senso lato, essendo specifico il suo impiego nella sola malattia di  Menière(dove, siamo sinceri, non sappiamo quanto agisca!)

I farmacologi bocciano l’uso dei diuretici nella malattia di  Menière  Chiederemo a farmacologi e medici legali di spiegarci il concetto di farmaco off label. Come  utilizzarlo e le conseguenze medico legali di un uso improprio del farmaco alla luce della  legislazione.. Chi meglio di due farmacologi del calibro dei professori Carla ed Emanuele Cannizzaro e di un  medico legale quale la professoressa Antonella Argo, potranno illustraci chiaramente e rigore  scientifico il problema”farmaco off label” e le sue conseguenze?  Come abbiamo letto nella figura inizialmente riportata, il concetto di farmaco off label è inoltre  intimamente legato a quello di “Medicina delle Evidenze”.

Noi otoneurologi non è che in questo tema facciamo buona figura.  Bene che vada , i nostri schemi terapeutici farmacologici raggiungono il II livello di Evidenza. Il professor Salvatore Corrao , illustre Clinico Medico, ci presenterà per questo motivo  l’argomento Medicina dell’Evidenza in ORL  I temi sin qui esposti(dalla medicina di Genere alla prescrizione farmacologica “evidenze”)  troverebbero un punto in comune in una moderna branca della medicina: la psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI), che sarà trattato dalla dottoressa Laura Carrabba .  Sarà enfatizzato l’applicazione di questa conoscenza in campo ORL. Si pensi ,ad esempio , al  rapporto tra tiroiditi e vertigini parossistiche. Tiriamo le somme.  Che passi sono stati compiuti dalle società scientifiche nazionali (come la VIS ,SIO, SIAF) per  informare ed eventualmente apportare il loro contributo su questi temi? E’ il punto da affrontare  con l’’ultima relazione, affidata ad uno degli scriventi , Aldo Messina,in quanto socio fondatore ed  elemento del Consiglio Direttivo della VIS(Società Italiana di Vestibologia).

I lavori saranno moderati da un illustre giornalista medico scientifico. Carmelo Nicolosi è un  professionista dell’informazione, direttore della rivista medico scientifica AZ Salute e collaboratore  del Giornale di Sicilia e del Corriere della Sera.  La sede del Convegno è quella delle grandi occasioni.  L’hotel di Piazza Borsa a Palermo.
Fonte: siciliainformazioni.com

PER SAPERE DI PIU'

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini



Nessun commento:

Posta un commento