venerdì 5 maggio 2017

Fiadda Teatro: “L’incubo di Orlando” a Corciano, il ricavato ad un progetto di musicoterapia

Si rinnova, non perde lo smalto e fa spazio ai giovani il gruppo di FIADDA teatro, che con continuità, propone spettacoli teatrale sotto la guida dallo storico maestro Domenico Madera. L’associazione delle famiglie di ragazzi non udenti coltiva veri e propri attori che, attraverso protesi acustiche e impianti cocleari, arginano il proprio limite superandolo, arrivando a recitare come veri attori.
Sabato 6 maggio (ore 21) e domenica 7 (ore 17,30) nel teatro della Filarmonica di Corciano, il rinnovato gruppo FIADDA Umbria, mette in scena “L’incubo di Orlando”, una esilarante commedia che saprà far riflettere chi vorrà partecipare all’evento ad ingresso gratuito e offerta libera.

“Sì, è vero, il gruppo si è enormemente rinnovato – dichiara Claudio Mariottini presidente di FIADDA Umbria – abbiamo accolto con molto piacere nuovi ragazzi di Perugia e dintorni e sono tutti ragazzi udenti nel segno e nello spirito che ci ha sempre contraddistinto. Il ricambio è una cosa fisiologica, direi inevitabile e talvolta anche utile. I ragazzi storici del gruppo hanno sospeso il loro impegno teatrale per concentrare la loro attenzione sull’impiego della vita; c’è chi si è appena laureato chi ha ripreso a studiare dopo un momento di pausa chi ha iniziato impegni lavorativi anche fuori dal l’Umbria. Insomma i ragazzi crescono.

Questo non ci ha spaventato e siamo ripartiti con la guida di Domenico Madera. Lo spettacolo ha una finalità precisa e speriamo utile, infatti il ricavato dei due spettacoli verrà utilizzato per avviare un progetto di musicoterapia per il prossimo anno. Un particolare ringraziamento va al comune di Corciano per la solita grande disponibilità e partecipazione”.
Fonte: corcianonline.it

PER SAPERE DI PIU'



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento