lunedì 25 gennaio 2016

Le caricature di Sergio Pescatore esposte a Milano «per Ridere di noi stessi»

Il disegnatore caricaturista Sergio Pescatore, 64 anni, divenuto completamente sordo nei primi anni di vita per una banale malattia infantile, ha appreso i primi rudimenti di arte pittorica alle lezioni di disegno presso la ex scuola speciale "Tarra" di Milano, in Viale Zara 100, e ha perfezionato poi la tecnica della pittura artistica alla scuola serale d'Arte al Castello Sforzesco, ma si ritiene comunque un autodidatta, anche perché non ha potuto finire gli studi artistici poiché, per un grave lutto famigliare, il giovane Sergio aveva dovuto interrompere quegli studi e avviarsi al lavoro per dare sostegno economico alla famiglia.
Ma la passione del disegno lo ha reso un esperto autodidatta, e la sua passione, in particolare  per le caricature di personaggi  vari, nonostante gli impegni di lavoro, all'ENEL, e  prima aveva pure svolto intensa e proficua attività sportiva nell'atletica leggera, nel suo curriculum ci sono un titolo nazionale FISS nei 1500 metri e una serie di titoli nella staffetta "silenziosa" 4x400,  poi si è cimentato anche nel campionato "silenziosi" di pesca in acque interne, e le sue strenne caricaturali sull'attività di pescatore sportivo mettevano tutti di buonumore anche quando i pesci non abboccavano all'amo. E nonostante tutti quegli impegni, Sergio ha trovato anche il tempo di "pescare" e sposare, a 23 anni, una bella ragazza emiliana, pure sorda, Gianna Paglia, nel 1974, mettere al mondo un figlio, Luca, diventato poi esperto consulente d'informatica,  che gli ha creato un sito web, (www.pescatoresergio.com), dove  si può trovare la storia personale, assai interessante e varia dell'uomo Sergio e dell'artista di matita e colori.

Nel 2003, per Sergio, arriva il momento della pensione dal lavoro all'ENEL, così può dare  pieno sfogo alla sua passione pittorica, e prende di mira tutti gli amici, o semplici conoscenti sordi, per cui  da quella nuova collezione di caricature ha pensato di raccogliere tutte le caricature in un libro e di esporle in originale, tutte racchiuse in accattivanti cornici di quadri, alla mostra nella Galleria Oltrepassante alla stazione del Passante ferroviario a Porta Vittoria

Sergio Pescatore, come caricaturista, era già noto per aver collaborato, a "tempo perso", con i suoi disegni arguti, per alcune testate fra cui l'Intrepido Sport, e ora ha deciso di presentare una bella serie di sue caricature esponendole, dal 9 gennaio al 1 febbraio 2016, alla Galleria Artepassante di Porta vittoria, a Milano. In quella serie di disegni, sapientemente e diligentemente esposti per ben tre settimane nell'ampia Galleria Artepassante, che è stata visitata non solo da una moltitudine di sordi, ma anche da moltissimi artisti udenti che si sono interessati ai lavori di Sergio  Pescatore, e hanno preso contatto diretto con lui.

Il volume, vedi la copertina  in alto, reca per titolo "Ridere di noi stessi" - secondo gli psicologi, chi riesce a sorridere sempre e a trovare aspetti divertenti in ogni contesto del quotidiano vivrà senza dubbio una vita all’insegna dell’ottimismo – e si compone di 180 pagine in formato  A/4 (21x29,7), suddiviso, dopo la bibliografia nelle prime 10 pagine, in altre quattro sezioni: "Elaborazioni", con la sintesi di alcuni esempi di sviluppo grafico, fino a pag 30, con le elaborazioni eseguite da Pescatore per elaborare le caricature di personaggi famosi, politici, attori,artisti, perfino Napoleone Bonaparte …, poi nella seconda sezione, la più estesa, "Tavole artistiche, sintesi dei suoi lavori dal 1880 a oggi, da pag. 31 a 154, troviamo ben 440 caricature, tutte da ammirare e sorridere, ciascun elaborato con la data di esecuzione del lavoro, ed è dal 2003 che l'artista prende di mira, in particolare, tutti gli amici e conoscenti sordi che lo ispirano, ed ogni personaggio, da allora, è alle prese con una o più api, che sono, secondo Pescatore, sarebbero "sordomute, ma vedono e sentono gli odori" e quindi  rappresentano idealmente  i sordi. Non so dove Sergio ha appreso quel particolare anatomico delle api, o se l'abbia immaginato come idealizza i suoi disegni,  ma nelle sue caricature le api hanno una funzione goliardica, sembra che pungano in allegria, senza fare male. 


Da pagina 155 a 164, settore , settore  "Digitale"  troviamo lavorazioni di ultima generazione, sono solo 17 soggetti, rappresentanti lui e i membri della sua famiglia, ilare e contenta. 
L'ultima sezione, il settore "Storico" contiene 62 foto con la raccolta di pubblicazioni su riviste e giornali vari.

Per sapere di più, chi sfortunatamente è stato impossibilitato a visionare la mostra, può trovare ragguagli consultando il sito personale dell'artista Pescatore. Ma vedere e parlare con Sergio Pescatore è tutta un'altra faccenda.
Marco Luè



CariCart*  Ridere di noi stessi - di Sergio Pescatore 
La Galleria Artepassante di Porta Vittoria chiude il capitolo delle feste natalizie inaugurando una nuova personale dell'artista sordomuto Sergio Pescatore.

Pittore, scenografo, vignettista e caricaturista, Sergio Pescatore traccia la sua prima vignetta nel 1979. Dal 1980 in poi, la sua crescita artistica negli anni è palpabile: dalle pubblicazioni su riviste storiche come il Monello e Guerin Sportivo, al cambiamento di stile e di tecnica, sperimentando bianco e nero, colore, pastelli e chine, ed ultimando la sua evoluzione personale con l’ausilio del computer.


Una mostra che accompagna Pescatore alla scoperta di personaggi famosi, ma in primo luogo di persone comuni, di noi stessi, per imparare ad avere un po’ di autoironia e saper ridere. Sempre accompagnato dalla sua mascotte, l’Ape, nella quale si identifica e che compare in tutte le sue vignette rendendo tutto unico e personale. Come sovente, Sergio usa la sua immagine per vignette con messaggi personali o rivolti a tutti noi.

Una mostra non solo di immagini, ma di riflessioni, dove Sergio Pescatore, caratterizzato da una lunga esperienza nel mondo dell'arte, passando dalla pittura ad olio, acquerello e scenografia, si spinge fino alla realizzazione dei suoi personaggi, creando un'ambientazione anche in questo contesto.

La presenza dell’artista all’inaugurazione darà la possibilità a tutti i visitatori di farsi fare una caricatura personale, o di qualche amico e conoscente, per un regalo assolutamente originale. Il catalogo dell’artista sarà disponibile all'evento e sarà acquistabile presso l’esposizione.
La mostra sarà visitabile tutti i pomeriggi dalle 16:00 alle 19:00.


PER SAPERE DI PIU'

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento