venerdì 30 ottobre 2015

Nuovo servizio digitale visiva: PIT (Punto di informazione turistica)

Primo info point digitale per i non udenti. Luigina Di Liegro, Assessore al turismo, al dialogo interreligioso e alla qualità della vita di Roma Capitale, insieme a Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio, ha inaugurato questa mattina, 29 ottobre 2015, il nuovo “PIT” (punto di informazione turistica) a piazza Sonnino, la “porta” di Trastevere.
All’inaugurazione erano presenti anche l’assessore al turismo del Muncipio, Andrea Valeri, alcuni consiglieri municipali, e i rappresentanti dell’Associazione I.D.E.A. Onlus (International Deaf  Empowerment Agency), che hanno potuto testare l’efficacia del servizio per i turisti non udenti.

E’ stata l’occasione per presentare la prima postazione che, in videoconnessione, consentirà di tradurre le informazioni nella lingua dei segni, e rendere perfettamente accessibili tutti i servizi del PIT anche ai turisti non udenti. Roma è la prima città italiana ad offrire questo servizio ai propri visitatori.

E’ un modo semplice e concreto – ha sottolineato Luigina Di Liegro – per “prendere sul serio” il Giubileo della Misericordia, aprendo le porte di Roma davvero a tutte le persone.

Per tutto il Giubileo i turisti non udenti avranno a disposizione un assistente virtuale che parlerà la lingua dei segni in tutti i “PIT” della Capitale. L’innovazione arriva grazie ad un accordo tra Roma Capitale, Zetema Spa e la Società Video Assistenza Mobile che ha realizzato il servizio E.lisir, dedicato ai non udenti, per l’installazione dei primi 10 tablet in altrettanti “P.I.T.” della città, entro il prossimo 8 dicembre. Il meccanismo è semplice: i visitatori, sfiorando lo schermo del tablet, avranno la possibilità di videoconnettersi all’istante con un operatore che potrà tradurre in linguaggio “L.I.S.” le informazioni turistiche di cui hanno bisogno e interagire con il personale di Zetema.

“Crediamo che il turismo delle pari opportunità – ha sottolineato Luigina Di Liegro – debba essere una caratteristica fondamentale e imprescindibile dell’accoglienza di Roma, e siamo certi che questa azione proseguirà anche dopo il termine della nostra esperienza amministrativa”.

consiglieri municipali, e i rappresentanti dell’Associazione I.D.E.A. Onlus (International Deaf  Empowerment Agency), che hanno potuto testare l’efficacia del servizio per i turisti non udenti.

E’ stata l’occasione per presentare la prima postazione che, in videoconnessione, consentirà di tradurre le informazioni nella lingua dei segni, e rendere perfettamente accessibili tutti i servizi del PIT anche ai turisti non udenti.     Roma è la prima città italiana ad offrire questo servizio ai propri visitatori.

E’ un modo semplice e concreto – ha sottolineato Luigina Di Liegro – per “prendere sul serio” il Giubileo della Misericordia, aprendo le porte di Roma davvero a tutte le persone.

Per tutto il Giubileo i turisti non udenti avranno a disposizione un assistente virtuale che parlerà la lingua dei segni in tutti i “PIT” della Capitale. L’innovazione arriva grazie ad un accordo tra Roma Capitale, Zetema Spa e la Società Video Assistenza Mobile che ha realizzato il servizio E.lisir, dedicato ai non udenti, per l’installazione dei primi 10 tablet in altrettanti “P.I.T.” della città, entro il prossimo 8 dicembre. Il meccanismo è semplice: i visitatori, sfiorando lo schermo del tablet, avranno la possibilità di videoconnettersi all’istante con un operatore che potrà tradurre in “LIS” le informazioni turistiche di cui hanno bisogno e interagire con il personale di Zetema.

“Crediamo che il turismo delle pari opportunità – ha sottolineato Luigina Di Liegro – debba essere una caratteristica fondamentale e imprescindibile dell’accoglienza di Roma, e siamo certi che questa azione proseguirà anche dopo il termine della nostra esperienza amministrativa”. (AGENPARL)

PER SAPERE DI PIU'


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini


Nessun commento:

Posta un commento