lunedì 29 giugno 2015

La dipartita del grande personaggio nella storia dei sordi: Renato Pigliacampo.

È lutto nel maceratese, per la perdita di Renato Pigliacampo, docente, scrittore, poeta, saggista e politico, nato a Recanati e residente a Potenza Picena, scomparso lunedì (29 giugno, n.d.r.) in seguito a problemi di salute contro cui lottava da tempo.

Scomparso Renato Pigliacampo, stimato docente e scrittore
Nato nel 1948, a 12 anni è stato colpito da una meningite che lo ha privato dell'udito. Ha frequentato le scuole specializzate per sordi. Poi si è laureato in pedagogia, indirizzo psicologico, col professor Roberto Zavalloni all'Università "La Sapienza" di Roma. Ha continuato gli studi nella stessa Università conseguendo il dottorato di ricerca in sociologia e ricerca sociale, in sequito si è specializzato in psicologia. Ha insegnato, per circa dieci anni, nelle scuole per sordi di Roma, infine è stato incaricato psicologo dirigente nella ASL di Recanati-Civitanova Marche. Attualmente insegna Psicopatologia del minorato sensoriale e Laboratorio dei linguaggi per il sostegno presso l'Università di Macerata.

Ha vinto numerosi premi letterari, tra cui per due volte il Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri. È stato per anni dirigente dell'E.N.S. (Ente Nazionale Sordi), rivestendo vari incarichi dirigenziali. Ha fondato e diretto per vent'anni il periodico Il Sordudente. Ha poi fondato e diretto la rivista Poeti e Poesia e una piccola casa editrice. Ha fondato il Premio Internazionale di poesia Città di Porto Recanati, ancora punto di riferimento e di gratificazioni per tanti poeti. Collabora a numerose riviste. Nel 2001 è stato candidato al Senato per l'Italia dei Valori.

Era noto anche all'estero avendo rivestito nella Federazione Mondiale dapprima l'incarico di membro del dipartimento Arte e Cultura per l'Italia, poi della commissione pedagogico-psicologica. Stimato ovunque per le sue battaglie a favore dell'integrazione dei sordomuti e amato dai suoi studenti, mancherà a molti.
Arianna Baccani, Fonte: redazione@viverecivitanova.it



SALVE ITALIA PER IL 2015!
Posted by Renato Pigliacampo on Sabato 20 dicembre 2014



Addio a Renato Pigliacampo Presidente dell’Ens
Addio a Renato Pigliacampo, una vita spesa per i diritti dei sordomuti. E’ scomparso all’età di 67 anni, questa mattina (29 giugno 2015), dopo un arresto cardiaco che lo aveva colpito lo scorso aprile. Era psicologo e presidente dell’ente nazionale sordi. Originario di Recanati, ma conosciutissimo in tutta la provincia di Macerata, uomo di cultura, sempre in prima fila durante incontri, convegni, dibattiti, aveva speso la sua vita a dimostrare che la sordità pur essendo un handicap non isola dal mondo sociale. Apprezzatissimo per la sua intelligenza, laureato in psicologia, era scrittore, docente di psicopatologia del minorato sensoriale e di Laboratorio dei linguaggi per il sostegno nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Macerata. Ha insegnato, per circa dieci anni, nelle scuole per sordi di Roma per poi approdare all’ospedale come psicologo dirigente. Tantissime le iniziative alle quali aveva collaborato anche a Civitanova assieme alla presidente della commissione servizi sociali Mirella Franco dedicate proprio ai sordomuti. Dal traduttore in lingua dei segni durante i festival estivi fino al corso di formazione per operatori del soccorso finalizzato ad insegnare la Lis (il linguaggio dei segni per i sordomuti) a forze dell’ordine e soccorritori. E’ in questa veste che lo ricorda anche Mirella Franco, collega logopedista e consigliere comunale: «te ne sei andato così, nel silenzio, come nel silenzio hai vissuto gran parte della tua vita. Voglio ricordarti così, in un momento gioioso, soddisfatto per un importante risultato che con la tua caparbietà avevi contribuito a costruire. Continueremo a litigare in qualche altra parte dell’universo, io oralista convinta, tu sostenitore indomito della Lis. Continueremo a litigare, ma anche a supportarci l’un l’altro con tutta la stima e il rispetto che ci siamo sempre ricambiati, sapendo che, pur con idee e visioni diverse, eravamo entrambi dalla parte delle persone sorde. Arrivederci guerriero del silenzio».
Laura Boccanera. Fonte: cronachemaceratesi.it (segnalato da P. Vincenzo Di Blasio)



Era in coma, a causa di un arresto cardiocircolatorio e non si é piú ripreso.
Oggi (29 giugno, n.d.r.) la brutta notizia. Renato Pigliacampo, il 'Guerriero del silenzio', si è spento all'età di 67 anni. Sordo dalla fanciullezza, Pigliacampo era uno scrittore, poeta e saggista italiano docente di psicopatologia del minorato sensoriale e di Laboratorio dei linguaggi per il sostegno nella Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Macerata. Nato a Recanati nel 1948, a 12 anni è stato colpito da meningite, privandolo dell'udito. Ha frequentato le scuole specializzate per sordi. Poi si è laureato in pedagogia, indirizzo psicologico, col professor Roberto Zavalloni all'Università "La Sapienza" di Roma. Ha continuato gli studi nella stessa Università conseguendo il dottorato di ricerca in sociologia e ricerca sociale. Si è quindi specializzato in psicologia. Ha insegnato, per circa dieci anni, nelle scuole per sordi di Roma. Infine è stato incaricato psicologo dirigente nella ASL di Recanati-Civitanova Marche.
Fonte: lindiscreto.it (segnalato da P. Vincenzo Di Blasio

Renato Pigliacampo nel ricordo di Ida Collu, Presidente Nazionale Ens
A
nni fa quando ero alla guida della ns bella Associazione...
E tu membro dell'Assemblea Nazionale...
Si teneva sempre a Novembre e...
Noi tutti nel segno dell'unità riuscivamo a godere di momenti di autentica solidarietà che oggi non trovi più......
Tu mi avevi regalato una dedica che ancora custodisco, eccola:

"Noi conosciamo uguale Silenzio, Ida 
l'intenso sforzo di superare l'Ostacolo 
per il tuo popolo che attende l'Effeta: 
e spera e cerca e sempre chiede.
Perdona la nostra impulsività: 
le colpe, i pasticci, i tradimenti...
Ma tu sai che ti vogliamo bene.
ci accostiamo all'Ens timorosi
poi scopriamo che è Madre, tutto.
Chiediamo unione: solo una bandiera 
s'alzi dal pennone annunciando Gioia e Pace
per ogni dove dalle Alpi alla Trinacria
dai luoghi isolati del poeta alla tua isola.
Noi siamo i figli del Silenzio, 
udiamo con gli occhi
e comunichiamo con le mani; ora 
solleviamo insieme questi segni d'amore:
e Nostra timoniera seguiamo il tuo navigare.
Vai avanti
Ti accompagnamo nel Tuo andare.
R.Pigliacampo

(firmato:Zatini Dentamaro Manciagli Santoro Pedrali Petrucci Piattoli e tutti i membri dell'Assemblea Nazionale)
Rex, onoro l'impegno assieme a tantissimi Fratelli e Sorelle del Silenzio, tu guidaci e dacci forza.
Ciao... un giorno ci ritroveremo.
Ida Collu da Facebook

PER SAPERE DI PIU'
Gli articoli di Renato Pigliacampo



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) 
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it 
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento