lunedì 8 giugno 2015

CineDeaf, a Roma il Festival internazionale del cinema sordo

Titoli di coda per la terza edizione del CineDeaf, il Festival Internazionale del Cinema Sordo di Roma. È ancora una volta l’incontro tra la scena del Deaf Cinema - il cinema diretto e interpretato in lingua dei segni da persone sorde - e quella tradizionale l’obiettivo principe della manifestazione.


Pellicole accessibili a tutti, tra lingua dei segni e sottotitoli, in cui viene dato spazio a narrazioni e rappresentazioni della sordità. Trenta film in concorso, la maggior parte dei quali già fruibili presso il Dipartimento Mediateca Visuale dell’Istituto Statale Sordi di Roma.

I vincitori sono stati invitati sul palco da Chef Rubio, testimonial della manifestazione.

Il premio alla regia a Erich Brach per Habana Muda.
Miglior documentario ex equo Habana Muda e Deaf Women Told Me di Boivin.
Miglior fiction: Tree Fairy di Neethling.
Miglior interprete Caroline Parker nella fiction If I Don’t Lose, I’ll Lose di St, Clair.
Premio speciale della Comunità Radiotelevisiva Italofona a Io Segno (anche più di Totti) di Aliberti e Lupi. 

(video di Mattia Brighenti. Fonte: repubblica.it)



ARTICOLO CORRELATO
DeafCine 3^ edizione



«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

Nessun commento:

Posta un commento