mercoledì 30 luglio 2014

È deceduto il Cardinale Francesco Marchisiano.

La mattina del 30 luglio 2014 nella Basilica Vaticana, il Cardinale Angelo Sodano, Decano del Collegio Cardinalizio, ha presieduto la Liturgia Esequiale del Cardinale Francesco Marchisano, Arciprete emerito della Basilica Papale di San Pietro, morto a Roma, domenica 27 luglio, all'età di 85 anni.

Nell'omelia il Cardinale Sodano ha ricordato i 62 anni di servizio alla Chiesa del defunto Porporato, elogiando il suo stile di lavoro metodico e silenzioso.
 
"Uno stile - ha detto - che richiama quello delle api che campeggiano nello stemma del Papa Urbano VIII, posto a ricordo della sua opera".
 
Oltre ai lunghi anni di servizio alla Sede Apostolica, il Cardinale Sodano ha ricordato le tante opere di carità del Cardinale Marchisano, in particolare i 30 anni di servizio presso l'Istituto per sordomuti, ed ha reso grazie al Signore "per il dono che ci ha fatto, dando alla Chiesa questo generoso ministro".
 
Al termine della Celebrazione Eucaristica, il Santo Padre Francesco ha presieduto il rito della benedizione del feretro.  
                                                                                                                                                       Francesco Marchisano durante la Messa di suffragio per papa Wojtyla celebrata nella basilica di San Pietro, aveva detto di essere stato guarito anni fa da Giovanni Paolo II:

"Ero stato operato alla carotide - ha raccontato Marchisano - per un errore dei medici era rimasta paralizzata la corda vocale destra, costringendomi a parlare quasi impercettibilmente. Il Papa mi carezzò il punto della gola dove ero stato operato, dicendomi che avrebbe pregato il Signore per me. Dopo qualche tempo ripresi a parlare regolarmente ...".

P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU'
____________________________________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
"Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità", ideato, fondato e diretto da Franco Zatini
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento